Chiusura lunedì 10 Agosto 2020
225,40 GBP
Target Price: 269,93 GBP
Media del giudizio di 25 analisti

Informazioni su TSCO.L

NomeTesco PLC
NazioneRegno Unito
CurrencyGBP
SettoreRetail
Capitalizzazione21.262

Tutti i dati seguenti sono stati aggiornati al 11-08-2020

Consensi e Target Price TSCO.L

Consensi Tesco PLC

GiudizioConsensi
StrongBuy1
Buy5
Hold8
Sell10
StrongSell1
Aggiornati al 28-07-2020

Target Price Tesco PLC

Tra gli analisti che hanno dato i consensi, questo è il range di Target Price assegnato a Tesco PLC

TP MedioTP MaggioreTP Minore
269,93300,00200,00
Aggiornati al 28-07-2020

Analisi tecnica Tesco PLC

SegnaleIndicatori
Buy11
Neutral6
Sell0
Segnale finalestrong buy

Livelli, Supporti e Resistenze TSCO.L

Livelli storici
2,22
2,22
212,50
223,70
234,80
243,22
251,00
260,40
332,67

EPS Tesco PLC

PeriodoRealizzatoPrevisto
31-03-20200,100,09
30-09-20190,080,08
31-03-20190,070,08
30-09-20180,060,07

Tesco

Tesco (TSCO) è un rivenditore di alimentari britannico di alto livello con sede a Welwyn Garden City.

Fondata nel 1919 da Jack Cohen, il nome Tesco ha una storia alle spalle. Il fondatore, Jack Cohen, ha acquistato un grosso carico di tè. Lo comprò da T.E. Stockwell. Per dare a questo tè un nome proprio, Jack aggiunse le lettere iniziali del suo cognome. È così che è nata TESCO ed è stato coniato il nome del marchio conosciuto in tutto il mondo.

Profilo aziendale

Oggi TESCO è uno dei più grandi negozi al dettaglio al mondo. L’azienda è rappresentata in tutti i paesi europei e asiatici, con un’ampia quota di mercato in Irlanda, Ungheria e Regno Unito.

TESCO vanta un portafoglio di prodotti diversificato. Vende software, libri, servizi internet e telefonici, elettronica, abbigliamento, giocattoli, mobili, benzina e servizi finanziari. A metà degli anni ’90 TESCO ha subito un importante rebranding; l’azienda è passata dall’essere un rivenditore a basso costo ad includere nel proprio portafoglio prodotti articoli più pregiati e di alto profilo.

Questi cambiamenti hanno avuto un impatto positivo sulla posizione di mercato dell’azienda. In quindici anni la catena è cresciuta da 500 negozi a 2.500 negozi.

La rapida crescita è avvenuta tra gli anni ’50 e gli anni ’60. All’epoca TESCO acquistò 70 negozi Williamson’s, 200 punti vendita Harrow Stores e 212 negozi Irwin’s.

Nel 1987 l’azienda acquistò la catena Hillards. Anche gli anni ’90 sono stati un decennio di pietre miliari. Nel 1994, TESCO ha rilevato la catena William Low. Più tardi, nel 1997, l’azienda ha collaborato con la Associated British Foods.

Oggi TESCO gestisce i seguenti tipi di negozi:

  • Extra: grandi ipermercati situati solitamente fuori città.
  • Superstore: grandi supermercati, meno prodotti non alimentari rispetto a Extras.
  • Metro: negozi di medie dimensioni situati nei centri città.
  • Espresso: negozi di alimentari sparsi nei quartieri locali.
  • Stazioni di servizio Tesco.

Concorrenti

Il mercato retail del Regno Unito è molto competitivo grazie alla presenza di forti operatori del settore.

I principali concorrenti sono:

  • Grocery Multiples: il concorrente più serio. La catena detiene quasi l’85% del mercato in cui opera Tesco.
  • Asda: la catena è molto simile a Tesco. La differenza principale è che l’Asda è un po’ più economica.
  • Sainsbury’s: simile alla Tesco, ma più costosa.
  • Morrison: simile all’Asda, ma ha una specializzazione molto distinta: verdure e carne fresca.

Filiali

La società ha alcune filiali rappresentate nel Regno Unito e all’estero.

Tesco Bank Tesco fornisce servizi finanziari che includono prestiti, carte di credito, mutui, assicurazioni e conti di risparmio.

Telecoms Il business mobile all’interno del marchio Tesco raggiunge la Repubblica Ceca, l’Ungheria, la Slovacchia, l’Irlanda e il Regno Unito.

Informazioni sulle azioni

Le azioni Tesco (TSCO) sono negoziate alla Borsa di Londra (LSE) e costituiscono l’indice di mercato FTSE 100, spesso denominato Footsie.

Le migliori 100 aziende occidentali dalla classifica Global 500

Spesso ci si riferisce alle varie classifiche mondiali guardando alle aziende che hanno più profitti, che hanno più ricavi oppure semplicemente che hanno una maggiore capitalizzazione. La questione di base, però, è che la maggior parte degli investitori non va OTC e quindi le azioni che riescono ad acquistare arrivano dai seguenti mercati: USAGran BretagnaGermaniaFranciaItaliaSpagnaSvizzeraOlandaPortogallo Si tratta di pochi mercati…

Commenti disabilitati su Le migliori 100 aziende occidentali dalla classifica Global 500
Le migliori 100 aziende occidentali dalla classifica Global 500
Le 100 azioni migliori sui mercati occidentali

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare