Quali sono le forme di pagamento più comuni nel mondo?
Forme di pagamento
Quali sono le forme di pagamento più comuni nel mondo?

La rivoluzione delle tecnologie e delle piattaforme digitali ha aperto una vasta gamma di possibilità quando si tratta di offrire diverse e variegate forme di pagamento.

Pensate a come venivano effettuati i pagamenti fino a 20 anni fa, prima dell’introduzione massiccia della tecnologia. Assegni, bonifici che arrivavano dopo una settimana, il retail utilizzava praticamente solo contanti… sembra un altro mondo.

La rivoluzione digitale ha cambiato tutto. Ha reso più facile per gli utenti di internet effettuare pagamenti attraverso le diverse piattaforme digitali esistenti, così come l’adattamento digitale delle banche. Praticamente tutte le operazioni disponibili su Internet possono ora essere effettuate.

Ogni utente ha il proprio accesso al sito web della banca dove ha il proprio conto. Ma in aggiunta, sono state create numerose piattaforme che offrono questa possibilità. Viviamo in una società digitalizzata e queste opzioni sono fondamentali.

Le forme di pagamento più comuni al mondo

Pagamento in contanti

Questo metodo viene ancora utilizzato, ma offre alcune limitazioni. Per non favorire la frode fiscale, ogni nazione applica limiti al valore massimo che è possibile pagare in contanti, ed è sempre consigliabile verificare che le banconote non siano contraffatte.

Pagamento con assegno

Si usa soprattutto per operazioni straordinarie con somme ingenti, quando si acquista una casa, ad esempio.

Esistono:

  • assegni semplici, emessi e firmati da chiunque abbia un conto e che vengono messi in pagamento attingendo al conto corrente di chi li emette;
  • assegni circolari, sono emessi da istituti di credito che hanno già prelevato le somme necessarie e si rendono responsabili di queste somme finché non verranno incassate.

Bonifico bancario

Un’opzione ampiamente utilizzata da privati e aziende. I negozi online lo includono nei loro metodi di pagamento, anche se menzionano sempre che l’ordine sarà ritardato un po’ di più dopo aver controllato che l’importo sia arrivato correttamente.

Addebito diretto (RID)

Un’opzione di pagamento comune, quando la collaborazione tra le aziende è di solito di lunga durata, o per il pagamento di ricevute come l’elettricità e le forniture di acqua.

Si tratta di un sistema semplice e conveniente per il cliente, ma bisogna anche essere consapevoli che gli importi sono corretti.

In caso contrario, dovreste andare in banca ed elaborare il reclamo in modo che non venga addebitato nient’altro fino a quando il problema non sarà risolto.

Contrassegno

Non vi suona arcaico come sistema? Eppure ancora esiste. Se scegliamo questa opzione, il pagamento verrà effettuato solo quando il prodotto è nelle mani dell’utente che lo ha ordinato. Dà una sensazione di fiducia, anche se normalmente include sempre un certo aumento dell’importo perché questo è il metodo scelto.

Pagamenti con carta di credito

Senza dubbio uno dei metodi di pagamento preferiti in tutto il mondo. Ma comporta anche dei costi associati, che andranno alla banca che ha emesso la carta.

Se vogliamo è il sistema che ha ucciso definitivamente il contrassegno e permesso l’esplosione degli eCommerce e in generale delle transazioni attraverso Internet.

Le più importanti piattaforme di pagamento online

Oltre a conoscere le forme di pagamento più comuni, è bene conoscere anche le piattaforme che offrono pagamenti online sicuri.

PayPal

È un punto di riferimento nel mondo digitale. Ha avuto origine nell’anno 2000 e offre grandi misure di sicurezza per i suoi utenti, che non hanno esitato a sceglierlo come una delle opzioni principali quando effettuano i pagamenti che devono effettuare in modo efficace.

Per crearlo è sufficiente un’e-mail e una password, associare un conto bancario o una carta di credito e si potrà operare comodamente attraverso Internet.

Offre la possibilità di creare conti commerciali e quando si tratta di inviare denaro per amici o familiari attraverso il conto personale, non ci sono spese.

È un’opzione che si può vedere in quasi tutti i negozi online del mondo e viene utilizzata nella maggior parte dei paesi.

Pertanto, nella scelta di un metodo di pagamento affidabile, questa opzione è diventata un riferimento.

Apple Pay / Google Pay / Amazon Pay

Che i giganti dell’online vogliano entrare nel sistema dei pagamenti non è certo un mistero.

Apple, Google e Amazon hanno già fatto i loro sistemi di pagamento e questi sono abbastanza equivalenti tra di loro.

In pratica il conto Pay dei rispettivi player si collega a una carta di credito e funziona come un proxy, mascherando il numero di carta e rendendo più sicuro il pagamento.

Se vogliamo sono sistemi che cercano di replicare quanto già fatto da PayPal.

Satispay

Molto diffusa in Italia ha avuto il suo grande successo grazie al programma di Moneyback.

Si tratta di un cassetto con dentro dei soldi, ogni lunedì il cassetto viene riportato al vostro budget originario attraverso un RID presso la vostra banca. Per esempio, avete un budget di 50 euro e ne avete spesi 20 durante la settimana? Lunedì vi verranno prelevati dal conto 20 euro per riportare il budget a 50 euro.

Può essere utilizzato per scambiare denaro tra privati e sempre più esercenti permettono di pagare attraverso questo sistema. Tra gli esercenti più grandi troviamo PagoPa ed Esselunga.

Western Union

Questa società, che ha sede negli Stati Uniti, offre la possibilità di inviare denaro ad amici e di effettuare transazioni tra aziende a livello internazionale.

In caso di invio di denaro, o di pagamento, offre la possibilità di farlo online, o attraverso le sue filiali in modo fisico dopo l’invio del denaro.

In questo caso, la persona andrà di persona a ritirare il contante che è stato inviato.

Bizum

Questa opzione è nata in Spagna e la maggior parte delle banche spagnole collaborano con essa. Attraverso l’APP della vostra banca, potete inviare e ricevere denaro immediatamente e gratuitamente.

L’implementazione è semplice: si seleziona la banca con cui si hanno i conti, si scarica la loro APP e si possono ora effettuare le transazioni in tutta sicurezza.

L’intento degli spagnoli è quella di far diventare questo sistema uno standard per gli europei. Vedremo se ce la faranno.

Twyp

Un’iniziativa lanciata da ING Direct, che può essere utilizzata da chiunque.

Pertanto, è accessibile a chiunque abbia più di 14 anni. Basta collegare una carta al conto creato su Twyp ed è possibile effettuare pagamenti, compresi i prelievi.

Tuttavia, affinché ciò sia possibile, entrambi gli utenti che operano tra loro devono avere un account Twyp. Se ciò non avviene, non è possibile effettuare transazioni tramite questa opzione.

Payoneer

È un’altra piattaforma che può essere utilizzata in tutto il mondo. Si concentra principalmente sulla gestione dei pagamenti commerciali.

È ampiamente utilizzato tra le aziende e i freelancer. Questa piattaforma offre: la possibilità di pagamento diretto, conversioni monetarie e la possibilità di pagare i dipendenti di un’azienda attraverso questo metodo.

MoneyBeam

Viene utilizzata principalmente per richiedere denaro. Non ci sono tasse e il denaro arriva immediatamente al destinatario. È possibile inviare fino a un importo di 1000 euro, un massimo di 20 volte al giorno e farlo per lo stesso utente senza superare le tre volte al giorno.

TransferWise

Usato principalmente per trasferire denaro tra nazioni, TransferWise vi fornisce un wallet in varie valute.

Il caricamento di denaro può essere effettuato attraverso carta di credito o bonifico.

Il cambio di moneta è particolarmente vantaggioso perché viene effettuato al tasso nominale reale in quel momento sul mercato, senza quindi nessuno spread. TransferWise preleva delle commissioni per il cambio di valuta ma generalmente sono più basse di quanto chiunque vi farebbe pagare per il cambio stesso.

La stessa TransferWise vi fornisce dei numeri di conto opzionali in Euro, dollari, sterline e poche altre monete. In pratica dall’America potrebbero farvi un pagamento sul vostro conto Americano.