6 modi per investire con pochi soldi
Risparmiare e investire
6 modi per investire con pochi soldi
  • Post category:Guide

Per molte persone, la parola “investire” evoca immagini di uomini in giacca e cravatta che monitorano lo scambio di milioni di dollari su un ticker azionario.

Non c’è bisogno di essere Wolf of Wall Street per iniziare a investire. Anche se avete solo pochi euro a disposizione, i vostri soldi cresceranno con gli interessi.

La chiave per costruire la ricchezza è sviluppare buone abitudini, come mettere via regolarmente i soldi ogni mese. Scambiate i cappuccini fatti dal barista con il caffè a casa e potreste già risparmiare più di 50 euro al mese.

Una volta che si ha un po’ di soldi per provare, si può iniziare a investire.

Nel 2020, puoi ottenere un appuntamento, un passaggio o una pizza con il semplice swipe dello schermo di uno smartphone. Investire non è diverso. Se potete automatizzare le vostre bollette, perché non i vostri investimenti? È altrettanto facile.

Con un’app per il trading azionario o, molto meglio, con l’app della vostra banca, potete “giocare” con un po’ di soldi e allo stesso tempo imparare preziose lezioni di investimento.

Oggigiorno ci sono così tante opzioni che iniziare è più semplice che aspettare che qualcosa accada.

Ecco sette semplici modi per arrivarci.

Provate l’approccio del barattolo dei biscotti

Risparmiare denaro e investirlo sono strettamente connessi. Per investire denaro, bisogna prima risparmiarne un po’. Questo richiede molto meno tempo di quanto si pensi, e si può fare a piccoli passi.

Se non sei mai stato un risparmiatore, puoi iniziare mettendo via solo 10 euro a settimana. Potrebbe non sembrare molto, ma nel corso di un anno si arriva a più di 500 euro.

Provate a mettere 10 dollari in una busta, in una scatola da scarpe, in una piccola cassaforte o anche in banca… il barattolo dei biscotti. Anche se può sembrare sciocco, spesso è un primo passo necessario. Prendete l’abitudine di vivere con un po’ meno di quanto guadagnate e mettete i risparmi in un posto sicuro.

L’equivalente elettronico del barattolo dei biscotti è il conto di risparmio online; è separato dal vostro conto corrente. Il denaro può essere prelevato in due giorni lavorativi se ne avete bisogno, ma non è collegato alla vostra carta di debito. Poi, quando il deposito è abbastanza grande, potete prelevarlo e trasferirlo in qualche veicolo di investimento vero e proprio.

Iniziate con piccole somme di denaro, e poi aumentate man mano che vi sentite più a vostro agio con il processo. Potrebbe essere una questione di decidere di non andare da McDonald’s o di evitare i film al cinema, e di mettere invece quei soldi nel barattolo dei biscotti.

Lasciate che un intermediario investa il vostro denaro per voi

Gli intermediari sono entrati nel mondo degli investimenti prepotentemente e alla portata di tutti circa dieci anni fa e rendono l’investimento il più semplice e accessibile possibile. Non è necessaria alcuna esperienza di investimento precedente, in quanto i consulenti tolgono tutte le congetture dall’investimento.

Lavorano ponendo alcune semplici domande per determinare il vostro obiettivo e la vostra tolleranza al rischio e poi investendo il vostro denaro in un portafoglio altamente diversificato di azioni e obbligazioni a basso costo. Utilizzano poi algoritmi per riequilibrare continuamente il vostro portafoglio e ottimizzarlo.

Non c’è un modo più semplice per iniziare a investire a lungo termine. La maggior parte dei consulenti richiede solo un migliaio di euro (o meno) per iniziare a investire e addebitare commissioni molto modeste in base alle dimensioni del vostro conto. Tutti offrono piani di investimento automatizzati per aiutarvi a far crescere il vostro guadagno.

Se c’è un aspetto negativo dei consulenti è il costo. Addebitano una tassa annuale pari a una piccola percentuale del vostro saldo. La media del settore è di circa lo 0,25%, quindi, se investite 10.000 euro, pagherete 25 euro all’anno. Non sono molti soldi, ma cominciano a sommarsi se si accumulano centinaia di migliaia di dollari.

Attenzione però, perché se il consulente è della banca, quest’ultima ha interesse a guadagnare sulle vostre commissioni di acquisto/vendita e non sul consulente stesso.

È importante notare che le commissioni dei consulenti si aggiungono alle commissioni applicate dai fondi negoziati in borsa (ETF) che gli stessi intermediari acquistano per costituire il vostro portafoglio. Potete evitare di pagare le commissioni dei consulenti costruendo il vostro portafoglio di ETF o fondi comuni d’investimento. Per la stragrande maggioranza degli investitori, tuttavia, si tratta di un lavoro supplementare e di una grande responsabilità.

Iniziate a investire nel mercato azionario con pochi soldi

Quando si tratta di investire nel mercato azionario, il costo è spesso la barriera all’ingresso. Ci vogliono soldi per fare soldi, giusto?

Non più. Internet ha reso facile per i consumatori iniziare con pochissimi soldi in anticipo. Ciò significa che si può mettere qualche euro per familiarizzare con l’investimento prima di prendere un impegno maggiore. È un ottimo modo per imparare a investire mettendo a rischio pochissimi soldi. Addirittura potreste installare la versione demo di qualche player finanziario per investire con soldi finti, quindi capendo, senza perdere un’euro, come fare.

In passato, le banche addebitavano commissioni di diversi euro ogni volta che si acquistavano o si vendevano azioni. Questo rendeva proibitivo investire anche in un singolo titolo con meno di centinaia o migliaia di euro, poiché il guadagno, spesso, serviva proprio per pagare tali commissioni.

Immergetevi nel mercato immobiliare

Che ci crediate o no, non avete più bisogno di molti soldi (o anche di un buon credito) per investire in immobili. Una nuova categoria di investimento, molto diffusa oltreoceano e che sta iniziando a essere presente anche da noi, nota familiarmente come “crowdfunding immobiliare“, permette di possedere quote frazionarie di grandi proprietà commerciali senza il mal di testa di essere un proprietario.

Gli investimenti immobiliari con il crowdfunding richiedono investimenti minimi più consistenti rispetto ai consulenti (ad esempio, 5.000 euro invece di 500 euro). Sono anche investimenti più rischiosi perché metterai tutti i 5.000 euro in un’unica proprietà piuttosto che un portafoglio diversificato di centinaia di investimenti individuali.

Il lato positivo è il possesso di una parte di un bene fisico reale che non è necessariamente correlato con il mercato azionario.

Come per i consulenti, investire in immobili tramite una piattaforma di crowdfunding comporta costi che non si pagherebbero se si acquistasse un edificio da soli. Ma qui i vantaggi sono evidenti: si condividono i costi e i rischi con altri investitori e non si ha alcuna responsabilità per la manutenzione dell’immobile (o anche per le pratiche di acquisto).

Il crowdfunding immobiliare può essere un modo intrigante per conoscere gli investimenti immobiliari commerciali e anche per diversificare il vostro patrimonio. Non scommetterei tutti i miei soldi su queste piattaforme, ma fanno un investimento alternativo intrigante, soprattutto in questi tempi di volatilità del mercato senza precedenti e di pietosi rendimenti obbligazionari.

Mettete il vostro denaro in fondi comuni d’investimento a basso investimento iniziale

I fondi comuni di investimento sono titoli d’investimento che consentono di investire in un portafoglio di azioni e obbligazioni con un’unica transazione, rendendoli perfetti per i nuovi investitori.

Il problema è che molte società di fondi comuni d’investimento richiedono investimenti iniziali minimi tra i 500 e i 5.000 euro. Se siete un investitore alle prime armi con pochi soldi da investire, questi minimi possono essere fuori portata. Ma alcune società di fondi comuni di investimento rinunceranno ai minimi del conto se si accettano investimenti mensili automatici tra i 50 e i 100 euro. Sono i classici Piani di Accumulo Costante (PAC).

L’investimento automatico è una caratteristica comune ai fondi d’investimento e ai conti dell’ETF.

Un sistema di investimento automatico è particolarmente conveniente se lo si può fare attraverso i risparmi sullo stipendio.

Vai sul sicuro con i titoli del Tesoro

Non sono molti i piccoli investitori che iniziano il loro viaggio di investimento con i titoli del Tesoro, ma è possibile farlo. Non diventerete mai ricchi con questi titoli, ma è un posto estremamente sicuro per parcheggiare i vostri soldi (e guadagnare almeno un po’ di interessi) fino a quando non sarete pronti a fare investimenti ad alto rischio/alto rendimento.

Le obbligazioni del Tesoro (in Italia ci sono i BTP), noti anche come buoni di risparmio, sono facili da acquistare. Vi ricorda nulla vostra nonna che acquistava i buoni fruttiferi postali?

È inoltre possibile acquistare Buoni dello Stato indicizzati all’inflazione (i BTPi o i BTPeu). Questi non solo pagano gli interessi, ma effettuano anche aggiustamenti periodici del capitale per tenere conto dell’inflazione in base alle variazioni dell’indice dei prezzi al consumo.

E come nel caso dei fondi comuni d’investimento, potete anche fare in modo che il vostro conto sia finanziato attraverso i risparmi sullo stipendio.

Purtroppo, da un po’ di tempo i rendimenti dei Buoni dello Stato si stanno avvicinando sempre più allo 0%, e non si vede la fine della loro scarsa performance. Questo rende i Buoni per lo più un luogo in cui custodire il denaro in contanti piuttosto che un modo per far crescere il vostro denaro. Se siete interessati a questa opzione sappiate che al momento sono di moda i BTP Futura.