Snam potrebbe diventare la prima energy company green italiana
Palazzo Snam a San Donato Milanese
Snam potrebbe diventare la prima energy company green italiana
  • Post category:Trading

Ne avevamo già parlato qualche giorno fa, quando avevamo scritto un articolo sull’evoluzione dell’idrogeno e su come la Comunità Europea stia spingendo in tale direzione, ci dà l’occasione la stessa Snam di parlarne di nuovo, grazie al proprio Piano di Investimenti a 4 anni.

Snam, azienda che era nell’orbita di ENI, sta per diventare una delle principali green company in Italia.

La direzione è molto chiara e risponde a un semplice nome: Neutralità carbonica al 2040, da effettuare attraverso investimenti nella green economy.

Il piano è da 7,4 miliardi di euro e punta ad avere zero emissioni entro il 2040, in linea con quanto previsto dall’accordo di Parigi sul clima.

Obiettivo da raggiungere per step, con il primo check importante nel 2030, quando l’azienda ha come obiettivo la riduzione del 50% delle emissioni realizzate nel 2018.

Ma al di là della svolta green, che certamente fa bene all’ambiente, quello che è da leggere in queste righe c’è l’opportunità economica per questa azienda.

Passata da qualche anno sotto la proprietà di Cassa Depositi e Prestiti, Sman sta cercando di accaparrarsi il prossimo filone che spingerà i titoli energetici, cioè quel filone dell’idrogeno che potrebbe diventare, tra qualche anno, il vero propulsore sia per le aziende delle utilities che per i veicoli.

Snam sta cercando di ricavarsi un ruolo come terza compagnia italiana dell’energia alle spalle dei colossi ENI ed Enel e per farlo, nel piano industriale, promette anche un aumento del dividendo del 5% per i prossimi 3 anni e del 2,5% per il 2023 e 2024.

Così si esprime Marco Alverà, amministratore delegato di Snam:

Il riposizionamento dell’azienda avvenuto in questi ultimi anni e le azioni previste nel nuovo piano, anche grazie alle competenze delle nostre persone e alla sempre maggiore digitalizzazione, ci mettono nella giusta condizione per cogliere le opportunità derivanti dalla transizione energetica […] Abbiamo visibilità sulle nostre infrastrutture ‘future proof’, siamo tra i pionieri nello sviluppo dell’idrogeno e cresciamo rapidamente negli altri business che stanno rafforzando tutta la catena del valore dei gas verdi. Stiamo diventando un operatore internazionale, con un focus sulle aree del mondo più rilevanti per lo sviluppo del gas naturale in sostituzione dei combustibili più inquinanti e per la transizione energetica. Con questa strategia, abbinata alla nostra flessibilità finanziaria e all’accesso ai mercati a costi competitivi, offriamo ritorni interessanti per i nostri azionisti

Dichiarazioni Marco Alverà, AD di Snam