Investire nelle azioni dei pneumatici
Azioni legate alla produzione di pneumatici
Investire nelle azioni dei pneumatici
  • Post category:Guide

Quando si pensa al mercato automobilistico, spesso vengono in mente i marchi dei produttori principali, a volte estendiamo il pensiero a qualche azienda che produce componentistica ma raramente si pensa che le auto, così come i mezzi pesanti, hanno delle ruote e delle gomme che sono ad alto consumo.

Anzi, a ben vedere, considerando i costi di mantenimento di un veicolo, proprio le gomme, insieme al carburante, è la voce di costo più alta per costi / km.

Non ci credete? Facciamo un semplice esempio: un’auto sostituisce le gomme ogni 50 mila km mediamente, 4 gomme per un’auto media costano (tra montaggio, riciclo delle vecchie e acquisto delle nuove) circa 800 euro, i quali, suddivisi per i km portano il costo a 1,6 centesimi al km. Una gita fuori porta, da 100 km, solo di gomme vi costerà 1,6 euro.

Eppure, tra i costi delle automobili, in pochi mettono in risalto questo consumo. Situazione che “peggiora” di molto con auto più grandi di una semplice utilitaria oppure con i mezzi pesanti.

Le azioni delle aziende che producono pneumatici

Fatto questa doverosa premessa, andiamo quindi a vedere quali sono le aziende che guadagnano proprio attraverso la produzione di pneumatici.

ProduttoreMarchiNazione
Bridgestone
TYO: 5108
Bridgestone, Firestone, Dayton, SeiberlingGiappone
Cheng Shin Rubber
TPE: 2105
Maxxis, CSTTaiwan
Continental
ETR: CON
Continental, Uniroyal, Semperit, General Tires, Barum, VikingGermania
Cooper Tire
NYSE: CTB
DeanTires, Avon, RoadMasterUSA
Giti Tire
SHA: 600182
Giti, Primewell, Runway, DexteroSingapore
Goodyear Tire
NASDAQ: GT
GoodYear, Dunlop, Fulda, SavaUSA
Hankook
KRX: 161390
Hankook, Kingstar, Rotex, AuroraSud Corea
Kumho Tyres
KRX: 073240
Kumho Tire, Samyang TireSud Corea
Michelin
EPA: ML
Michelin, Kleber, BFGoodrich, RikenFrancia
Nokian Tyres
HEL: TYRES
NokianFinlandia
Pirelli
BIT: PIRC
Pirelli, Ceat, Metzeler, FormulaItalia
Sumitomo
TYO: 5110
Dunlop Tyres (solo Asia e America latina), Falken TireGiappone
Toyo Tire
TYO: 5105
Toyo, Nitto, SilverstoneGiappone
Yokohama
TYO: 5101
Yokohama, Alliance, GalaxyGiappone
Azioni dei gruppi produttori di marchi di pneumatici

Come possiamo facilmente vedere i gruppi sono relativamente pochi, non si arriva a 15 grandi gruppi mondiali.

In compenso questi pochi gruppi producono pneumatici con svariati brand. Ciò poiché praticamente tutti i gruppi producono il brand premium, che tipicamente è l’omonimo del gruppo, e una seconda linea di pneumatici low cost.

I grandi gruppi si possono comunque contare poco più che sulle dita di una mano e sono i più venduti a livello global.

Questa la classifica 2020 dei produttori di pneumatici:

  1. Bridgestone
  2. Michelin
  3. GoodYear
  4. Continental
  5. Sumitomo
  6. Pirelli
  7. Hankook
  8. Yokohama

Bridgestone

Con un fatturato totale 2019 di 28,9 miliardi di euro, dei quali solo 24,2 nel mercato dei pneumatici, la giapponese Bridgestone è il più grande produttore al mondo di gomme.

Come abbiamo già visto in tabella, i brand nel portafoglio di Bridgeston sono: Bridgestone, Firestone, Dayton e Seiberling.

Michelin

La francese Michelin è la prima europea ma la seconda a livello global. Tra lei e Bridgestone c’è un piccolo distacco sul fatturato (24,1 mlrd € contro 28,9), ciò in particolar modo se si guarda il fatturato del solo segmento pneumatici del gruppo, che vede Michelin seconda con meno di 1 miliardo di differenza di revenue (24,2 contro 23,6).

GoodYear

Dopo Asia ed Europa è il momento del maggior produttore americano: GoodYear si posiziona terzo ma guardando ai dati sul fatturato notiamo subito come il distacco dai primi due inizia a diventare importante.

L’azienda di Akron, in Ohio, ha un fatturato totale di 13,1 miliardi di euro e il 100% è realizzato sul segmento pneumatici.

Continental

Torniamo in Europa e andiamo in Germania, dove la Continental si piazza quarta in questa speciale classifica sul fatturato dei pneumatici.

In realtà, se guardassimo al fatturato totale, Continental guiderebbe la classifica con 44,4 miliardi di euro, di questi però solo 11,7 sono da ascrivere nel conto pneumatici.

La grande differenza di revenue si ha poiché Continental, oltre alle gomme, produce anche sistemi di frenata, di controllo stabilità e parti per autovetture e autocarri.

Pirelli

Scavalchiamo la quinta posizionata, l’asiatica Sumitomo, e andiamo diretti alla sesta posizione, dove chiudiamo questa classifica, se non altro per una questione patriottica, se ancora così possiamo dire.

Sì, perché Pirelli ha certamente il cuore italiano, ma la proprietà cinese (ChemChina).

Pirelli rispetto a Continental si stacca in modo particolare non solo sul fatturato totale (5,3 miliardi) ma, producendo quasi esclusivamente pneumatici, anche da quello di questo segmento.

Il sesto produttore ma che non si distanzia tantissimo da Sumitomo quinto, la quale registra 7,3 miliardi di euro di fatturato ma solo 6,3 nel settore dei pneumatici.