Azioni Industria Automobilistica, come scegliere equity delle auto
Il mercato dei veicoli a motore
Azioni Industria Automobilistica, come scegliere equity delle auto
  • Post category:Guide

L’industria automobilistica è enorme e molto in vista. Se vi chiedessi una lista di marchi d’auto sono sicuro me ne snocciolereste almeno una ventina, e per ognuna avete un’opinione abbastanza precisa, che nasce dalla vostra esperienza o da opinioni altrui che avete fatto vostre.

Grazie a questa visibilità, i titoli automobilistici hanno attirato grande interesse da parte degli investitori per decenni, e probabilmente lo faranno per i decenni a venire. Di seguito, esamineremo più da vicino i titoli automobilistici e il modo migliore per investire in essi.

L’industria automobilistica

Troverete i seguenti tipi di stock all’interno del gruppo dell’industria automobilistica:

  • Costruttori di automobili, che producono automobili, camion e SUV, compresi i veicoli elettrici
  • Fornitori di ricambi per auto, dai sedili e candele di accensione ai complessi sistemi elettronici e batterie per auto elettriche
  • Aziende produttrici di pneumatici
  • Gruppi di concessionari auto

Come si valuta un’azione automobilistica?

Le azioni automobilistiche rientrano nel settore dei beni di consumo durevoli. Questo settore comprende le aziende che realizzano prodotti per i consumatori destinati a durare più di qualche anno, come lavatrici, mobili, automobili e camion.

Prima di investire in titoli automobilistici, è importante capire come i cicli economici influenzano le aziende automobilistiche e come queste aziende lavorano per massimizzare i profitti e rimanere competitive durante i periodi di congiuntura economica buona e cattiva.

Comprendere il ciclo di vendita dell’auto

Le case automobilistiche e i loro fornitori sono scorte cicliche, il che significa che i loro profitti aumentano e diminuiscono con la fiducia dei consumatori. È facile capire il perché: quando le imprese e i consumatori sono preoccupati per l’economia, rinviano l’acquisto di nuovi veicoli.

La ciclicità delle vendite di auto è importante per gli investitori perché:

  • I costruttori di auto hanno costi fissi elevati, compresi i loro stabilimenti, le attrezzature, le reti logistiche e i contratti di lavoro. Queste bollette devono essere pagate a prescindere dal numero di auto vendute.
  • I costruttori e i fornitori di auto devono anche spendere molto per lo sviluppo dei prodotti per assicurarsi di avere un flusso costante di nuovi prodotti competitivi.
  • Costi elevati e spese costanti fanno sì che i margini di profitto nell’industria automobilistica tendano ad essere bassi, anche in periodi di congiuntura economica favorevole.
  • Quando le vendite crollano, come in un periodo di recessione, i profitti delle aziende automobilistiche diminuiscono drasticamente (mettendo a rischio la spesa per i prodotti futuri e la competitività futura delle aziende).

Riserve di liquidità

La maggior parte delle aziende automobilistiche ha tagliato drasticamente la spesa per i prodotti futuri durante la recessione del 2008-2009, stessa cosa vista durante la crisi dovuta al Covid 19. I pochi che non l’hanno fatto avevano prodotti freschi nei loro showroom quando è iniziata la ripresa e sono riusciti a guadagnare quote di mercato.

Questa è stata una lezione importante per l’intera industria: ora la maggior parte delle case automobilistiche mondiali dispone di consistenti riserve di liquidità per mantenere gli sforzi per i prodotti futuri durante la prossima recessione, ogni volta che questa arriverà.

Molte aziende automobilistiche pagano dividendi anche ai loro azionisti. Alcune case automobilistiche hanno confermato che faranno uso delle riserve di liquidità per continuare a pagare i dividendi durante le recessioni. E ce ne sono altre che avevano previsto dividendi ma, con l’arrivo della crisi di Covid, hanno deciso di rimodulare quanto previsto: un esempio ne è FCA che, grazie alla prevista fusione con PSA, aveva promesso un ricco dividendo di 5,5 miliardi pre-fusione, poi tagliato drasticamente per mantenere liquidità disponibile.

Concorrenza mercato auto

In generale, la casa automobilistica con i prodotti più recenti otterrà migliori profitti. Le case automobilistiche devono investire costantemente per assicurarsi di avere un flusso costante di nuovi prodotti nelle loro pipeline.

Oggi le case automobilistiche e i fornitori di ricambi stanno anche facendo grandi investimenti nelle tecnologie del futuro, come i veicoli elettrici e i sistemi di guida autonoma. La maggior parte degli esperti ritiene che queste tecnologie saranno necessarie alle case automobilistiche se vogliono rimanere competitive in un futuro non troppo lontano.

Veicoli elettrici

È possibile che alcune delle opportunità più entusiasmanti dei prossimi anni coinvolgeranno i produttori di veicoli elettrici. I veicoli elettrici sono nuovi e diversi, e la maggior parte degli analisti si aspetta che nel corso del tempo spostino in larga misura i veicoli a combustione interna.

Le aziende produttrici di veicoli elettrici potrebbero vedere una forte crescita, il che è eccitante per gli investitori (e si nota nell’andamento del prezzo delle azioni di qualcuna di esse). Ma è importante ricordare che i processi coinvolti nello sviluppo e nella produzione di veicoli elettrici non sono poi così diversi da quelli utilizzati dai costruttori di veicoli a combustione interna tradizionali. Ciò significa che i produttori di veicoli elettrici devono affrontare costi elevati proprio come le case automobilistiche tradizionali.

È anche importante ricordare che tutte le case automobilistiche tradizionali stanno introducendo veicoli elettrici propri, e la concorrenza in questo segmento di mercato sarà feroce nel tempo.

Come interpretare il bilancio delle aziende automobilistiche?

I bilanci delle case automobilistiche non sono troppo difficili da decifrare. Ecco tre cose da sapere:

Gli investitori automobilistici tendono a guardare al reddito operativo, o EBIT (utile al lordo di interessi e tasse), così come ai margini operativi, per tracciare la performance finanziaria di un’azienda automobilistica nel tempo. Questi includono i costi diretti di produzione e spedizione dei veicoli, nonché le spese di ricerca e sviluppo (che possono essere molto elevate nell’industria automobilistica), escludendo i costi degli interessi e le tasse, meno direttamente legati alla performance dell’azienda.

Spesso le case automobilistiche forniscono dati corretti che escludono l’impatto di oneri e guadagni una tantum come ammortamenti e perdite fiscali; questi sono utili per comprendere la performance di fondo dell’attività.

Molte case automobilistiche hanno filiali che sono società finanziarie, che forniscono prestiti e leasing a clienti e commercianti. Sono generalmente abbastanza redditizie, ma possono fare bilanci automobilistici che confondono gli investitori. Per aiutare, la maggior parte delle case automobilistiche fornisce cifre relative al debito e al flusso di cassa specifiche per le loro attività principali del settore automobilistico, spesso chiamate numeri “automobilistici” o “industriali”. È possibile utilizzarli per capire il debito di un’azienda e per fare dei confronti tra le case automobilistiche.

I marchi più popolari da trattare in borsa

Come anticipato in apertura, vista la natura del mercato e la visibilità ovvia, creare una lista di brand non è così difficile. Siamo sicuri comunque che nella lista che segue troverete dei brand che non avete mai considerato.

Produttori di autoveicoli e correlati

Questa una lista di brand che costruiscono autoveicoli, camion e veicoli in generale

MarchioTicket
Aston MartinLON:AML
Audi GroupFRA:NSU
BMWETR:BMW
Daimler (Mercedes)ETR:DAI
FerrariBIT:RACE
Fiat Chrysler AutomobilesBIT:FCA
FordNYSE:F
General MotorsNYSE:GM
HondaTYO:7267
Hyundai Motor CoKRX:005380
IsuzuTYO:7202
Kia MotorsKRX:000270
Li Auto IncNASDAQ:LI
Lordstown MotorsNASDAQ:RIDE
Mahindra & MahindraNSE:M&M
MazdaTYO:7261
Mitsubishi MotorsTYO:7211
NikolaNASDAQ:NKLA
NioNYSE:NIO
NissanTYO:7201
Peugeot PSAEPA:UG
PiaggioBIT:PIA
PorscheETR:PAH3
RenaultEPA:RNO
Rolls-RoyceLON:RR
SsangYong MotorKRX:003620
Subaru CorporationTYO:7270
SuzukiTYO:7269
TataNSE:TATAMOTORS
TeslaNASDAQ:TSLA
ToyotaNYSE:TM
VolkswagenETR:VOW3
VolvoSTO:VOLV-B
XpengNYSE:XPEV
Produttori di Autoveicoli e correlati

Aziende del settore autoveicoli

Quella che segue, invece, è una lista di aziende che sono nella filiera della produzione o vendita di autoveicoli e correlati.

Nella lista troviamo dai produttori di gomme (Pirelli, Continental, Michelin, ecc) a conglomerati che possiedono più marchi (per esempio EXOR, oppure Traton SE che vende camion MAN e altri veicoli).

In questa lista sono presenti anche aziende che producono componentistiche in generale, soprattutto per il mercato elettrico e meccanico.

AziendaTicker
ContinentalETR:CON
Cooper TireNYSE:CTB
ExorBIT:EXO
Gestamp AutomocionBME:GEST
Goodyear TireNASDAQ:GT
MichelinEPA:ML
Navistar InternationalNYSE:NAV
Nokian TyresHEL:TYRES
Oshkosh CorporationNYSE:OSK
PaccarNASDAQ:PCAR
PininfarinaBIT:PINF
PirelliBIT:PIRC
SAIC MotorSHA:600104
Traton SEETR:8TRA
VeoneerNYSE:VNE
Workhorse GroupNASDAQ:WKHS
Aziende nella filiera della produzione e vendita di veicoli

Le azioni automobilistiche fanno per voi?

I titoli automobilistici possono contribuire in modo importante al vostro portafoglio di investimenti. Poiché salgono e scendono con la fiducia dei consumatori, possono essere utili indicatori del fatto che i problemi economici (o una ripresa) potrebbero essere in arrivo.

Per la loro stessa natura, quindi, hanno dei movimenti molto ampi in concomitanza con il ciclo economico di interi Paesi o, addirittura, mondiali. Per questo motivo sono strumenti che possono far variare di tanto il capitale e dovrebbero essere trattate solo da chi ha una buona propensione al rischio.