La posizione di Warren Buffett su azioni, obbligazioni, oro, contanti, beni immobili e crittovalute
Warren Buffett
La posizione di Warren Buffett su azioni, obbligazioni, oro, contanti, beni immobili e crittovalute
  • Post category:Guide

Warren Buffett è forse l’investitore azionario di maggior successo di tutti i tempi, quindi non dovrebbe essere una grande sorpresa che l’uomo conosciuto come l’Oracolo di Omaha preferisca investire in azioni. Tuttavia, questo non è l’unico modo in cui Buffett è disposto a mettere i suoi soldi al lavoro, e non pensa necessariamente che la scelta delle azioni sia il modo migliore per tutti.

Con questo in mente, ecco cosa ha detto Buffett riguardo alle azioni, alle obbligazioni e a diversi altri tipi di investimenti nel corso degli anni.

Warren Buffett sulle azioni

Avverte gli investitori di non acquistare azioni per cercare di fare soldi velocemente, in quanto le fluttuazioni del mercato a breve termine sono impossibili da prevedere con precisione.

Celebre la frase:

“Se non si è disposti a possedere un’azione per 10 anni, non pensare nemmeno di possederla per 10 minuti”.

Anche se non c’è modo di ripercorrere l’intera filosofia d’investimento di Buffett in pochi paragrafi, ci sono alcuni punti chiave che gli investitori dovrebbero sapere su come si avvicina all’investimento.

Oltre a mantenere un’attenzione a lungo termine, Buffett mira a investire in aziende che hanno chiari vantaggi che possono reggere nel tempo. Nelle parole di Buffett:

“La chiave per investire non è valutare quanto un settore influenzerà la società, o quanto crescerà, ma piuttosto determinare il vantaggio competitivo di una data azienda e, soprattutto, la durata di tale vantaggio”.

E Buffett ha fatto tonnellate di soldi comprando azioni quando tutti sono pessimisti.

“Cerchiamo semplicemente di essere timorosi quando gli altri sono avidi, e di essere avidi solo quando gli altri sono timorosi”.

Infine, se vi sbagliate su un titolo, non continuate a buttarci dentro altri soldi.

“Se vi trovate in una barca con perdite croniche, l’energia dedicata al cambio delle navi sarà probabilmente più produttiva di quella dedicata a riparare le perdite”.

Warren Buffett sulle obbligazioni

Buffett riconosce che le obbligazioni sono meno rischiose delle azioni su periodi di tempo più brevi, e quindi gli investitori con orizzonti temporali più brevi (come chi sta per andare in pensione) potrebbero fare una mossa intelligente investendo in obbligazioni.

Come Buffett ha scritto nella sua lettera del 2018 agli azionisti di Berkshire Hathaway:

“Man mano che l’orizzonte temporale di investimento di un investitore si allunga, tuttavia, un portafoglio diversificato di azioni diventa progressivamente meno rischioso delle obbligazioni, supponendo che le azioni siano acquistate a un ragionevole multiplo di guadagni rispetto ai tassi di interesse allora prevalenti”.

In poche parole, Buffett ritiene che gli investitori più giovani e quelli con un’attenzione a lungo termine dovrebbero attenersi alle azioni.

Warren Buffett sull’oro

Buffett non è un fan dell’investimento in oro o in qualsiasi altra attività non produttiva. In altre parole, l’oro non genererà reddito o non produrrà nulla di valore (il suo prezzo si basa semplicemente su ciò che qualcun altro è disposto a pagare per esso).

“Si potrebbe prendere tutto l’oro che è stato estratto, e riempirebbe un cubo di 67 piedi in ogni direzione. Per quello che vale al prezzo attuale dell’oro, si potrebbe comprare tutto il terreno agricolo degli Stati Uniti. Inoltre, si potrebbero comprare 10 ExxonMobil, oltre ad avere 1 trilione di dollari di denaro a portata di mano. Oppure si potrebbe avere un grosso cubo di metallo. Quale prenderesti? Quale produrrebbe più valore?”

Insomma, in parole povere: meglio avere un cubo di metallo o degli strumenti che generano reddita?

Warren Buffett e i contanti

Buffett ama avere sempre un’ampia disponibilità di denaro contante. Al Berkshire Hathaway, Buffett vuole almeno 20 miliardi di dollari in contanti a disposizione. Sicuramente non vuole essere completamente investito, né vuole dover prendere in prestito denaro in tempi difficili.

“Non vogliamo mai contare sulla gentilezza degli estranei per far fronte agli obblighi di domani”.

Quando sono costretto a scegliere, non scambierò nemmeno una notte di sonno per la possibilità di profitti extra

Quindi, tenere un fondo di emergenza è saggio. Tuttavia, Buffett mette in guardia dal trattare il denaro contante come un investimento, ad esempio utilizzando un conto di risparmio ad alto rendimento.

Le azioni sono investimenti. Il contante non lo è. Come dice Buffett:

“L’unica cosa che vi dirò è che il peggior investimento possibile è il contante. Tutti parlano del fatto che il denaro contante è il Re. Con il tempo il denaro contante diventerà meno prezioso. Ma i buoni affari diventeranno più importanti col tempo”.

Warren Buffett sul mercato immobiliare

Buffett è un appassionato di immobili, sia in termini di acquisto di una residenza personale che come investimento. Buffett ha detto che il mutuo trentennale è uno degli strumenti finanziari più vantaggiosi a disposizione dei consumatori, e come investimento, l’immobiliare è un bene produttivo, il che significa che può essere utilizzato per generare profitti.

Buffett ha investito in terreni agricoli e il fondo di investimento immobiliare Store Capital (NYSE: STOR) si trova nel portafoglio azionario del Berkshire in questo momento.

Warren Buffett su fondi indicizzati

Come detto prima, Buffett ama le azioni e pensa che gli investitori con un’attenzione a lungo termine dovrebbero investire la maggior parte dei loro soldi in questa classe di attività. Tuttavia, questo non significa necessariamente che i singoli titoli siano la strada da percorrere per tutti.

Per la maggior parte delle persone, che non hanno il tempo, la conoscenza o il desiderio di ricercare e valutare correttamente le azioni, i fondi di indice sono probabilmente la direzione da prendere.

L’idea è che i fondi indicizzati sono garantiti per ottenere risultati altrettanto buoni quanto il mercato nel tempo. E i fondi indicizzati lo fanno con un minimo di spesa per gli investitori.

“Tra le varie proposte che vi vengono offerte, se investite in un fondo indicizzato a bassissimo costo farete meglio del 90% delle persone che iniziano a investire nello stesso momento”.

Warren Buffett sulle valute criptate

Per dirla in maniera delicata, Buffett non è un grande fan delle crittocurrenze come il bitcoin. Ha paragonato il bitcoin al veleno per topi, e recentemente ha rinnovato le sue critiche, definendolo un “dispositivo di gioco d’azzardo“. Inoltre, Buffett mette il bitcoin in una categoria simile all’oro, nel senso che non è un bene produttivo e che la sua tesi di investimento si basa esclusivamente sulla convinzione che qualcun altro alla fine lo pagherà di più.

Nel 2018 ha affermato:

“In termini di crittovalute, in generale, posso dire con quasi certezza che andranno a finire male”.

In altre parole, è abbastanza sicuro che il prezzo delle valute criptate scenderà a lungo termine, ma non c’è limite a quanto possa salire in tempi particolarmente irrazionali. Quindi, mentre strumenti come i bitcoin futures permettono agli investitori di cortocircuitare efficacemente i bitcoin, è importante rendersi conto che il potenziale di perdita è illimitato.

Conclusione

In breve, Buffett non è un fan di tenere a portata di mano più denaro del necessario. Finché si dispone di denaro sufficiente per proteggersi in caso di emergenze finanziarie e per sfruttare i crolli del mercato e il panico, il posto migliore per la maggior parte dei vostri beni (in una prospettiva a lungo termine) è il mercato azionario. E Buffett non ama investire in attività improduttive come l’oro e (soprattutto) il bitcoin.

Buffett punta invece a investire la stragrande maggioranza della sua ricchezza in asset produttivi, e in generale consiglia agli investitori di fare lo stesso. Per gli investitori meno esperti, ritiene che i fondi indicizzati siano la strada da percorrere, mentre le azioni possono essere la migliore scommessa per gli investitori con il tempo, le conoscenze e il desiderio di fare le cose per bene.