Descrizione Berkshire Hathaway (NYSE:BRK.A)

Berkshire Hathaway

Berkshire Hathaway è una holding multinazionale americana conglomerata con sede a Omaha, Nebraska, negli Stati Uniti.

La società possiede interamente:

  • GEICO
  • Duracell
  • Dairy Queen
  • BNSF
  • Lubrizol
  • Fruit of the Loom
  • Helzberg Diamonds
  • Long & Foster
  • FlightSafety International
  • Pampered Chef
  • Forest River
  • NetJets

Possiede anche significative partecipazioni di minoranza nelle società pubbliche statunitensi Kraft Heinz Company (26,7%), American Express (17,6%), Wells Fargo (9,9%), The Coca-Cola Company (9,32%), Bank of America (6,8%) e Apple (5,22%).

A partire dal 2016, la società ha acquisito grandi partecipazioni nelle principali compagnie aeree statunitensi, ovvero United Airlines, Delta Air Lines, Southwest Airlines e American Airlines, ma ha venduto tutte le sue partecipazioni all’inizio del 2020. Berkshire Hathaway ha registrato una crescita media annua del 19,0% del valore contabile per i suoi azionisti dal 1965 (rispetto al 9,7% dell’S&P 500 con dividendi inclusi per lo stesso periodo), pur impiegando grandi quantità di capitale e un debito minimo.

La società è nota per il suo controllo e la sua leadership da parte di Warren Buffett, che funge da presidente e amministratore delegato, e da Charlie Munger, vicepresidente della società. Nella prima parte della sua carriera nel Berkshire, Buffett si è concentrato sugli investimenti a lungo termine in società quotate in borsa, ma più di recente ha acquistato più frequentemente intere società. Oggi il Berkshire possiede una gamma diversificata di attività, tra cui pasticcerie, vendita al dettaglio, ferrovie, arredamento per la casa, enciclopedie, produttori di aspirapolvere, vendita di gioielli, produzione e distribuzione di divise e diverse aziende regionali di elettricità e gas.

Secondo la lista e la formula di Forbes Global 500, Berkshire Hathaway è la terza società pubblica più grande del mondo, il decimo conglomerato per fatturato e la più grande società di servizi finanziari per fatturato al mondo.

Dall’aprile 2020, le azioni di Classe B del Berkshire sono l’ottava componente più grande dell’indice S&P 500 (che si basa sulla capitalizzazione di mercato a fluttuazione libera) e la società è famosa per avere il prezzo delle azioni più costoso della storia, con azioni di Classe A che costano circa 300.000 dollari ciascuna. Questo perché non c’è mai stato un frazionamento azionario nelle sue azioni di Classe A e Buffett ha dichiarato in una lettera del 1984 agli azionisti che non intende frazionare le azioni.

Storia di Berkshire Hathaway

Berkshire Hathaway affonda le sue radici in una società di produzione tessile fondata da Oliver Chace nel 1839 come Valley Falls Company a Valley Falls, Rhode Island. Chace aveva precedentemente lavorato per Samuel Slater, il fondatore del primo mulino tessile di successo in America. Chace fondò il suo primo mulino tessile nel 1806. Nel 1929, la Valley Falls Company si fuse con la Berkshire Cotton Manufacturing Company fondata nel 1889, ad Adams, Massachusetts. La società combinata era conosciuta come Berkshire Fine Spinning Associates.

Nel 1955, la Berkshire Fine Spinning Associates si fuse con la Hathaway Manufacturing Company, fondata nel 1888 a New Bedford, Massachusetts, da Horatio Hathaway, con i profitti della caccia alle balene e del commercio con la Cina Hathaway aveva avuto successo nei suoi primi decenni, ma soffrì durante il generale declino dell’industria tessile dopo la prima guerra mondiale. In quel periodo, Hathaway era gestita da Seabury Stanton, i cui sforzi di investimento furono ricompensati con una rinnovata redditività dopo la Grande Depressione. Dopo la fusione, Berkshire Hathaway aveva 15 stabilimenti che impiegavano oltre 12.000 lavoratori con oltre 120 milioni di dollari di fatturato, e aveva sede a New Bedford. Tuttavia, sette di queste sedi furono chiuse entro la fine del decennio, accompagnate da grandi licenziamenti.

Nel 1962, Warren Buffett iniziò ad acquistare azioni nel Berkshire Hathaway dopo aver notato uno schema nella direzione del prezzo delle sue azioni ogni volta che l’azienda chiudeva un mulino. Alla fine, Buffett riconobbe che il settore tessile era in declino e che la situazione finanziaria della società non sarebbe migliorata. Nel 1964, Stanton fece un’offerta orale d’acquisto affinché la società riacquistasse le azioni Buffett e quest’ultimo accettò l’accordo. Qualche settimana dopo, Warren Buffett ricevette l’offerta scritta, ma l’offerta era più bassa; Buffett in seguito ammise che questa offerta più bassa e inferiore lo faceva arrabbiare, quindi invece di vendere al prezzo leggermente più basso, Buffett decise di comprare altre azioni per prendere il controllo della società e licenziare Stanton (cosa che fece). Tuttavia, questo mise Buffett in una situazione in cui era ora il proprietario di maggioranza di un’azienda tessile che stava fallendo.

All’inizio Buffett mantenne il core business del Berkshire nel settore tessile, ma nel 1967 si stava espandendo nel settore assicurativo e in altri investimenti. Berkshire si avventurò per la prima volta nel settore assicurativo con l’acquisto della National Indemnity Company.

Alla fine degli anni ’70, Berkshire ha acquisito una partecipazione azionaria nella Government Employees Insurance Company (GEICO), che costituisce oggi il nucleo delle sue operazioni assicurative (ed è una delle principali fonti di capitale per gli altri investimenti di Berkshire Hathaway). Nel 1985, le ultime operazioni nel settore tessile (il nucleo storico della Hathaway) sono state chiuse.

Nel 2010, Buffett ha affermato che l’acquisto di Berkshire Hathaway è stato il più grande errore di investimento che abbia mai commesso, e ha affermato che gli aveva negato rendimenti composti di circa 200 miliardi di dollari nei 45 anni successivi. Buffett ha affermato che se avesse investito quel denaro direttamente in attività assicurative invece di acquistare Berkshire Hathaway (a causa di ciò che ha percepito come una leggera perdita da parte di un individuo), quegli investimenti avrebbero ripagato diverse centinaia di volte.

Affari aziendali

Le azioni di classe A del Berkshire sono state vendute per 339.188 dollari l’8 gennaio 2020, il che le rende le azioni più quotate della Borsa di New York, in parte perché non hanno mai avuto un frazionamento azionario e hanno pagato un dividendo solo una volta da quando Warren Buffett è subentrato, conservando gli utili aziendali nel suo bilancio in un modo che non è ammissibile per i fondi comuni d’investimento. Le azioni hanno chiuso per la prima volta oltre 100.000 dollari il 23 ottobre 2006. Nonostante le sue dimensioni, Berkshire per molti anni non era stato incluso in ampi indici di borsa come l’S&P 500 a causa della mancanza di liquidità delle sue azioni; tuttavia, a seguito di una divisione 50 a 1 delle azioni di classe B di Berkshire nel gennaio 2010 e dell’annuncio di Berkshire che avrebbe acquisito la Burlington Northern Santa Fe Corporation, società madre di BNSF Railway, Berkshire ha sostituito BNSF nell’S&P 500 il 16 febbraio 2010.

Nel 2008, Berkshire ha investito in azioni privilegiate di Goldman Sachs nell’ambito di una ricapitalizzazione della banca d’investimento Buffett ha difeso le decisioni di Lloyd Blankfein come CEO di Goldman Sachs.

Al 13 luglio 2016, Buffett possedeva il 31,7% dei diritti di voto complessivi delle azioni Berkshire in circolazione e il 18,0% del valore economico di tali azioni. Anche il vicepresidente di Berkshire, Charlie Munger, detiene una partecipazione abbastanza grande da renderlo miliardario, e i primi investimenti in Berkshire da parte di David Gottesman e Franklin Otis Booth, Jr. hanno portato anche loro a diventare miliardari. La Bill and Melinda Gates Foundation è un grande azionista del Berkshire, che possiede il 4,0% delle azioni di classe B.

Berkshire Hathaway non ha mai diviso le sue azioni di Classe A a causa del desiderio del management di attirare investitori a lungo termine rispetto agli speculatori a breve termine. Tuttavia, Berkshire Hathaway ha creato un’azione di Classe B, con un valore per azione originariamente mantenuto (secondo specifiche regole di gestione) vicino a 1⁄30 di quello delle azioni originali (ora Classe A) e 1⁄200 dei diritti di voto per azione, e dopo la divisione del gennaio 2010, a 1⁄1.500 il prezzo e 1⁄10.000 i diritti di voto delle azioni di Classe A. I possessori di azioni di Classe A possono convertire le loro azioni in Azioni di Classe B, ma non viceversa. Buffett era riluttante a creare le azioni di classe B, ma lo ha fatto per ostacolare la creazione di fondi comuni di investimento che si sarebbero commercializzati come Berkshire look-alike. Come ha detto Buffett nella sua lettera all’azionista del 1995:

“I fondi comuni d’investimento che sono emersi di recente volano di fronte a questi obiettivi. Sarebbero stati venduti da broker che lavoravano per grandi commissioni, avrebbero imposto altri costi onerosi ai loro azionisti, e sarebbero stati commercializzati in massa ad acquirenti non sofisticati, adatti a lasciarsi sedurre dal nostro passato record e sedurre dalla pubblicità che Berkshire ed io abbiamo ricevuto negli ultimi anni. Il risultato sicuro: una moltitudine di investitori destinati a rimanere delusi”.

Lo stipendio di Buffett è di 100.000 dollari all’anno senza stock option, che è tra i più bassi per gli amministratori delegati di grandi aziende negli Stati Uniti.

Le assemblee annuali degli azionisti del Berkshire si svolgono presso il CHI Health Center di Omaha, Nebraska. La partecipazione è cresciuta nel corso degli anni con cifre recenti per un totale di oltre 40.000 persone all’anno. Gli incontri, soprannominati “Woodstock per i capitalisti”, sono considerati il più grande evento annuale di Omaha insieme alle World Series del Baseball College. Conosciuti per il loro umorismo e la loro spensieratezza, gli incontri iniziano di solito con un film realizzato per gli azionisti del Berkshire. Il film del 2004 ha visto protagonista Arnold Schwarzenegger nel ruolo di “The Warrenator” che viaggia nel tempo per fermare il tentativo di Buffett e Munger di salvare il mondo da una “mega” corporazione formata da Microsoft, Starbucks e Wal-Mart.

Governance

Gli attuali membri del consiglio di amministrazione del Berkshire Hathaway sono Warren Buffett (Presidente), Charlie Munger (Vice Presidente), Walter Scott, Jr., Thomas S. Murphy, Howard Graham Buffett (figlio di Warren), Ronald Olson, Charlotte Guyman, David Gottesman, Kenneth Irvine Chenault, Steve Burke, Susan Decker, Meryl Witmer, Ajit Jain e Greg Abel.

Piani di successione

Nel maggio 2010, a tre mesi dal suo ottantesimo compleanno, Buffett ha detto che gli sarebbe succeduto a Berkshire Hathaway un team composto da un CEO e tre o quattro gestori degli investimenti, ognuno dei quali sarebbe stato responsabile di “una parte significativa del portafoglio di investimenti di Berkshire”. Cinque mesi dopo, Berkshire ha annunciato che Todd Combs, manager del fondo hedge Castle Point Capital, si sarebbe unito a loro come gestore degli investimenti Il 12 settembre 2011, Berkshire Hathaway ha annunciato che il 50enne Ted Weschler, fondatore di Peninsula Capital Advisors, si unirà a Berkshire all’inizio del 2012 come secondo gestore degli investimenti.

Nella lettera annuale degli azionisti del Berkshire Hathaway del 25 febbraio 2012, Buffett ha dichiarato che il suo successore come CEO è stato scelto internamente ma non nominato pubblicamente. Mentre l’intento di questo messaggio era quello di rafforzare la fiducia nella leadership di un “Berkshire senza Buffett”, i critici hanno notato che questa strategia di scegliere un successore senza una concreta strategia di uscita per il CEO seduto lascia spesso un’organizzazione con meno opzioni a lungo termine, facendo poco per calmare la paura degli azionisti.

Nel giugno 2014, la liquidità dell’azienda ha superato i 50 miliardi di dollari, la prima volta che ha finito un trimestre al di sopra di tale livello da quando Buffett è diventata presidente e amministratore delegato. Alla fine del 2017, la liquidità dell’azienda è salita a 116 miliardi di dollari.

Il 10 gennaio 2018, Berkshire Hathaway ha nominato Ajit Jain e Greg Abel vicepresidente. Abel sarà vicepresidente per le operazioni non assicurative, e Jain diventerà vicepresidente delle operazioni assicurative. Mentre Buffett non ha elaborato ulteriormente i suoi piani di successione, Buffett ha elogiato i suoi due alti dirigenti in una lettera annuale agli azionisti, alimentando la speculazione che Jain e Abel siano i logici successori.

Finanza

Per l’anno fiscale 2019, Berkshire Hathaway ha registrato un utile di 81,4 miliardi di dollari, con un fatturato annuo di 254,6 miliardi di dollari, con un aumento del 2,7% rispetto al precedente ciclo fiscale. La capitalizzazione di mercato di Berkshire Hathaway è stata valutata a oltre 496 miliardi di dollari nel settembre 2018. A partire dal 2018, Berkshire Hathaway è al terzo posto nella classifica Fortune 500 delle maggiori società statunitensi per fatturato totale.

Investimenti di Warren Buffet

Gruppo assicurativo

L’attività assicurativa e riassicurativa viene svolta attraverso circa 70 compagnie di assicurazione nazionali ed estere. Le attività assicurative del Berkshire forniscono assicurazione e riassicurazione dei rischi property e casualty principalmente negli Stati Uniti. Inoltre, in seguito all’acquisizione di General Re nel dicembre 1998, le attività assicurative di Berkshire comprendono anche riassicuratori vita, infortuni e malattia, nonché riassicuratori di proprietà e infortuni con sede internazionale. Le compagnie assicurative del Berkshire mantengono la solidità patrimoniale a livelli eccezionalmente elevati. Questa forza differenzia le compagnie di assicurazione del Berkshire dai loro concorrenti. Collettivamente, l’eccedenza complessiva prevista dalla legge per gli assicuratori del Berkshire con sede negli Stati Uniti era di circa 48 miliardi di dollari al 31 dicembre 2004. Tutte le principali sussidiarie assicurative del Berkshire sono classificate AAA da Standard & Poor’s Corporation, il più alto Financial Strength Rating assegnato da Standard & Poor’s, e sono classificate A++ (superiore) da A. M. Best per quanto riguarda la loro condizione finanziaria e la performance operativa.

GEICO – Berkshire ha acquisito GEICO nel gennaio 1996. GEICO ha sede a Chevy Chase, Maryland, e le sue principali controllate assicurative comprendono: Government Employees Insurance Company, GEICO General Insurance Company, GEICO Indemnity Company e GEICO Casualty Company. Negli ultimi cinque anni, queste società hanno offerto principalmente assicurazioni automobilistiche private per il trasporto di passeggeri a privati in tutti i 50 stati e nel Distretto di Columbia. GEICO commercializza le sue polizze principalmente attraverso metodi di risposta diretta in cui le richieste di assicurazione sono presentate direttamente alle compagnie via Internet o per telefono.

La Gen Re – Berkshire ha acquisito la General Re nel dicembre 1998. Al 31 dicembre 2004 la General Re deteneva il 91% del capitale di Colonia Re. Attualmente le controllate di General Re svolgono attività riassicurative a livello mondiale in circa 72 città e forniscono copertura riassicurativa in tutto il mondo. General Re gestisce le seguenti attività riassicurative: Danni/infortuni nordamericani, danni/infortuni internazionali, che consistono principalmente nelle operazioni di Colonia Re e Faraday e nella riassicurazione vita/malattia. Le operazioni di riassicurazione di General Re hanno sede principalmente a Stamford, Connecticut, e Colonia, Germania. General Re è uno dei maggiori riassicuratori al mondo sulla base dei premi netti contabilizzati e del capitale.

NRG (Nederlandse Reassurantie Groep) – Berkshire ha acquisito NRG, una società olandese di riassicurazione vita, dal Gruppo ING nel dicembre 2007.

Berkshire Hathaway Assurance – Berkshire ha creato una compagnia di assicurazione di titoli di stato per assicurare i titoli municipali e statali. Questi titoli di Stato sono emessi dai governi locali per finanziare progetti di opere pubbliche come scuole, ospedali, strade e sistemi fognari. Poche aziende sono in grado di competere in questo settore.
L’8 giugno 2017 è stato annunciato che Berkshire Hathaway si è accordato con l’autorità di regolamentazione assicurativa della California, consentendo alla sua unità di Applied Underwriters di vendere una versione rivista delle sue “controverse” polizze assicurative di compensazione per i lavoratori dello stato.

Nel 2003, la Pepsi ha pagato al Berkshire tra 1 e 10 milioni di dollari per assicurarsi contro un concorso organizzato dalla Pepsi che aveva un potenziale premio di 1 miliardo di dollari. Il premio aveva pochissime possibilità di essere vinto e non è stato vinto da nessuno.

Utilities e gruppo energia

Berkshire detiene attualmente l’89,8% di Berkshire Hathaway Energy. Al momento dell’acquisto, la partecipazione di voto di Berkshire era limitata al 10% delle azioni della società, ma questa restrizione è cessata quando il Public Utility Holding Company Act del 1935 è stato abrogato nel 2005. Una delle principali controllate di Berkshire Hathaway Energy è Northern Powergrid, che opera nel Regno Unito.
Fino al cambio di nome del 30 aprile 2014, Berkshire Hathaway Energy era conosciuta come MidAmerican Energy Holdings Co.

Produzione, servizi e vendita al dettaglio

Veicoli ricreativi

Il 21 giugno 2005, Berkshire Hathaway ha accettato di acquistare Forest River INC da Pete Liegl. Forest River è il più grande venditore di veicoli da diporto (RV) al mondo.

Abbigliamento

Le attività di Berkshire nel settore dell’abbigliamento comprendono produttori e distributori di una varietà di abbigliamento e calzature. Le aziende impegnate nella produzione e distribuzione di abbigliamento comprendono la Union Underwear Corp. (Fruit of the Loom, Garan, Fechheimer Brothers e Russell Corporation). Le attività del Berkshire nel settore delle calzature comprendono H.H. Brown Shoe Group, Acme Boots, Brooks Sports e Justin Brands. Justin Brands è composto da Chippewa Boots, Justin Boots, Justin Original Workboots, Nocona Boots e Tony Lama Boots Berkshire ha acquisito Fruit of the Loom il 29 aprile 2002 per 835 milioni di dollari in contanti. Fruit of the Loom, con sede a Bowling Green, Kentucky, è un produttore verticalmente integrato di abbigliamento di base. Berkshire ha acquisito la Russell Corporation il 2 agosto 2006 per 600 milioni di dollari o 18,00 dollari per azione.

Prodotti per l’edilizia

Nell’agosto 2000, Berkshire Hathaway è entrato nel settore dei prodotti per l’edilizia con l’acquisizione di Acme Building Brands. Acme, con sede a Fort Worth, Texas, produce e distribuisce mattoni di argilla (Acme Brick), blocchi di cemento (Featherlite) e pietra calcarea tagliata (Texas Quarries). Ha ampliato il suo business dei prodotti per l’edilizia nel dicembre 2000, quando ha acquisito la Benjamin Moore & Co. di Montvale, New Jersey. Moore formula, produce e vende rivestimenti architettonici disponibili principalmente negli Stati Uniti e in Canada.

Nel 2001, Berkshire ha acquisito altre tre società di prodotti per l’edilizia. A febbraio, ha acquistato Johns Manville, fondata nel 1858, che produce prodotti isolanti in lana di vetro per case ed edifici commerciali, nonché prodotti per l’isolamento di tubi, condotti e attrezzature. A luglio, Berkshire ha acquisito una partecipazione del 90% in MiTek Inc, che produce prodotti di connessione ingegnerizzati, software e servizi di ingegneria, e macchinari per la produzione di macchinari per il segmento della fabbricazione di tralicci nell’industria dei componenti per l’edilizia, con sede a Chesterfield, Missouri Infine, nel 2001, Berkshire ha acquisito l’87% della Dalton, Shaw Industries, Inc. con sede in Georgia Shaw è il più grande produttore di tappeti al mondo, sia per fatturato che per volume di produzione, e progetta e produce oltre 3.000 tipi di tappeti e pavimenti in laminato tufted e tessuti per uso residenziale e commerciale, con circa 30 marchi e marchi commerciali e con alcuni marchi privati. Nel 2002, Berkshire ha acquisito il restante 12,7% di Shaw.

Il 7 agosto 2003, Berkshire ha acquisito la Clayton Homes, Inc. Clayton, con sede vicino a Knoxville, Tennessee, è un’azienda di edilizia abitativa prodotta a integrazione verticale. Alla fine del 2004, Clayton gestiva 32 impianti di produzione in 12 stati. Le case Clayton sono commercializzate in 48 stati attraverso una rete di 1.540 rivenditori, 391 dei quali sono centri di vendita di proprietà dell’azienda. Il 1° maggio 2008, Mitek ha acquisito Hohmann & Barnard, un produttore di ancoraggi e sistemi di rinforzo per muratura e il 3 ottobre dello stesso anno, Mitek ha acquisito Blok-Lok, Ltd. di Toronto, Canada. Il 23 aprile 2010, Mitek ha acquisito le attività di Dur-O-Wal da Dayton Superior.

Servizi di volo

Nel 1996, Berkshire ha acquisito FlightSafety International Inc. (o FSI), fondata nel 1951 da Albert Lee Ueltschi, la cui sede centrale si trova all’aeroporto LaGuardia di Flushing, New York. Fornisce l’addestramento dei piloti ad alta tecnologia agli operatori aerei nel campo del volo militare, governativo, aziendale e regionale o di linea. FlightSafety è il fornitore leader mondiale di servizi di formazione professionale per l’aviazione. Secondo il suo sito web, la società ha 1.800 istruttori e offre più di 4.000 corsi individuali per 135 tipi di aerei, utilizzando più di 320 simulatori di volo per servire clienti di 167 paesi.

Berkshire ha acquisito la NetJets Inc. nel 1998. NetJets è il principale fornitore mondiale di programmi di proprietà frazionata per aerei dell’aviazione generale. Nel 1986, la NetJets ha creato il concetto di proprietà frazionaria degli aerei e ha introdotto il suo programma NetJets negli Stati Uniti con un solo tipo di aereo. Nel 2019, il programma NetJets ha operato più di 10 tipi di aerei con una flotta di oltre 750 unità.

Al dettaglio

Le aziende di arredamento per la casa sono:

  • Nebraska Furniture Mart
  • RC Willey Home Furnishings
  • Star Furniture Company
  • Jordan’s Furniture, Inc

CORT Business Services Corporation è stata acquisita nel 2000 da una società controllata all’80,1% del Berkshire ed è il principale fornitore nazionale di mobili a noleggio, accessori e servizi correlati nel segmento “rent-to-rent” del settore del noleggio di mobili.

Nel maggio 2000, Berkshire ha acquistato Ben Bridge Jeweler, una catena di gioiellerie fondata nel 1912 con sedi principalmente negli Stati Uniti occidentali, che si è aggiunta all’altra acquisizione di Berkshire, Helzberg Diamonds. Helzberg è una catena di gioiellerie con sede a Kansas City che iniziò nel 1915 e divenne parte del Berkshire nel 1995.

Nel 2002, Berkshire ha acquisito The Pampered Chef, Ltd., il più grande venditore diretto di utensili da cucina negli Stati Uniti. I prodotti sono ricercati, progettati e testati da The Pampered Chef e fabbricati da fornitori terzi. Dalla sua sede centrale di Addison, Illinois, The Pampered Chef utilizza una rete di oltre 65.000 rappresentanti di vendita indipendenti per vendere i suoi prodotti attraverso dimostrazioni a domicilio, principalmente negli Stati Uniti.

See’s Candies produce cioccolatini in scatola e altri prodotti dolciari in due grandi cucine in California. I ricavi di See’s Candies sono altamente stagionali, con circa il 50% dei ricavi totali annuali nei mesi di novembre e dicembre.

Dairy Queen, con sede a Edina, Minnesota, serve un sistema di circa 6.000 negozi che operano con i nomi di Dairy Queen, Orange Julius e Karmelkorn. I negozi offrono vari dessert a base di latte, bevande, cibi preparati, bevande a base di frutta mista, popcorn e altri snack.

Nel novembre 2012, Berkshire ha annunciato l’acquisizione della Oriental Trading Company, una società di marketing diretto per articoli nuovi, piccoli giocattoli e articoli per feste.

Il 3 ottobre 2017 è stato annunciato che Berkshire Hathaway acquisirà il 38,6% della catena di autocarri Flying J, con l’intenzione di aumentare la sua partecipazione all’80% nel 2023. La famiglia Haslam e la direzione di FJ manterranno le quote di proprietà fino ad allora, su cui la famiglia Haslam manterrà il restante 20% e la direzione di FJ si ritirerà completamente. La famiglia Haslam manterrà il controllo delle operazioni quotidiane dell’azienda.

Media

Nel 1977, Berkshire Hathaway acquistò il Buffalo Evening News e riprese la pubblicazione di un’edizione domenicale del giornale che cessò nel 1914. Dopo che il quotidiano mattutino Buffalo Courier-Express ha cessato l’attività nel 1982, il giornale ha iniziato a stampare edizioni mattutine e serali, stampando attualmente solo un’edizione mattutina. Nel 2006, la società ha acquistato Business Wire, un’agenzia di comunicati stampa statunitense.

La società ha iniziato la sua filiale BH Media Group con l’acquisto dell’Omaha World-Herald nel dicembre 2011, che comprendeva altri sei quotidiani e diversi settimanali in Nebraska e nel sud-ovest dell’Iowa. Nel giugno 2012, Berkshire ha acquistato 63 giornali da Media General, tra cui il Richmond Times-Dispatch e il Winston-Salem Journal, per 142 milioni di dollari in contanti.

Nel 2012, il Berkshire ha acquistato i quotidiani texani The Eagle a Bryan-College Station e il Waco Tribune-Herald. Nel 2013, l’azienda ha acquistato il Tulsa World, il Greensboro, con sede a Greensboro, North Carolina News & Record, il Virginia’s Roanoke Times e la Press of Atlantic City. A marzo 2013, BH Media possedeva 28 quotidiani e 42 quotidiani non giornalieri.

Il 12 marzo 2014 è stato annunciato che Graham Holdings Company avrebbe ceduto la sua stazione televisiva di Miami, affiliata di ABC WPLG, a BH Media in un’operazione in contanti e in azioni.

Il 29 gennaio 2020 Lee Enterprises ha annunciato un accordo con Berkshire Hathaway per l’acquisizione delle pubblicazioni di BH Media Group e di The Buffalo News per 140 milioni di dollari in contanti. L’operazione si è conclusa il 16 marzo 2020 e Berkshire ha rifinanziato il debito di Lee come parte della transazione.

Beni immobili

Berkshire Hathaway Energy’s HomeServices of America è una società di intermediazione immobiliare residenziale con sede a Minneapolis, Minnesota, fondata nel 1998. HomeServices ha attività in 28 stati e oltre 22.000 associati di vendita. Oltre ai servizi di intermediazione, queste società immobiliari forniscono la concessione di mutui ipotecari, servizi di titolo e di chiusura, garanzie sulla casa, assicurazioni sulla proprietà e sugli infortuni e altri servizi correlati.

Alla fine di giugno 2017, Berkshire Hathaway ha acquisito indirettamente 400 milioni di dollari di azioni ordinarie della società con sede a Toronto, dando un’ancora di salvezza al mutuante ipotecario merlato Home Capital Group Inc..

Sempre nel giugno 2017, l’investimento di 377 milioni di dollari del Berkshire e l’acquisto del 10% di Store Capital ne fanno il terzo investitore della società, dopo Vanguard Group e Fidelity Investments. Lo Store Capital, con sede a Scottsdale, è un fondo di investimento immobiliare che detiene più di 1.700 proprietà in 48 stati.

Gli altri investimenti del Berkshire legati al settore immobiliare includono Clayton Homes, che produce case prefabbricate.

Altre non assicurative

Nel 2002, Berkshire ha acquisito Albecca Inc. Albecca ha sede a Norcross, Georgia, e svolge principalmente attività con il nome di Larson-Juhl. Albecca progetta, produce e distribuisce prodotti per cornici su misura, tra cui stampi in legno e metallo, matboard, foamboard, vetro, attrezzature e altre forniture per cornici. Berkshire ha acquisito CTB International Corp. nel 2002. CTB, con sede a Milford, Indiana, è una società di progettazione, produzione e commercializzazione di sistemi utilizzati nell’industria cerealicola e nella produzione di pollame, maiali e uova. I prodotti sono prodotti negli Stati Uniti e in Europa e sono venduti principalmente attraverso una rete globale di rivenditori e distributori indipendenti, con picchi di vendita nel secondo e terzo trimestre.

Berkshire ha acquisito McLane Company, Inc. nel maggio 2003 da Walmart, che ha portato altre filiali come Professional Datasolutions, Inc. e Salado Sales, tra le altre. McLane fornisce servizi di distribuzione all’ingrosso e di logistica in tutti i 50 stati e a livello internazionale in Brasile a clienti che includono rivenditori al dettaglio a prezzi scontati, minimarket, ristoranti quick-service, farmacie e complessi cinematografici. Le Scott Fetzer Companies sono un gruppo diversificato di 21 aziende che producono e distribuiscono un’ampia varietà di prodotti per uso residenziale, industriale e istituzionale. Le tre più significative di queste aziende sono i sistemi di pulizia della casa Kirby, i sistemi per l’acqua Wayne e i prodotti Campbell Hausfeld. Scott Fetzer produce anche coltelli Ginsu.

Il 30 marzo 2007, Berkshire Hathaway ha annunciato che TTI, Inc. farà parte del Berkshire Hathaway Group. Con sede a Fort Worth, Texas, TTI, Inc. è il più grande distributore specializzato in componenti passivi, di interconnessione ed elettromeccanici. Il 25 dicembre 2007, Berkshire Hathaway ha acquisito il Gruppo Marmon. In precedenza era un conglomerato privato di proprietà della famiglia Pritzker da oltre cinquant’anni, che possedeva e gestiva un assortimento di aziende manifatturiere che producono vagoni cisterna ferroviari, carrelli per la spesa, tubi idraulici, elementi di fissaggio in metallo, cavi e prodotti per il trattamento delle acque utilizzati nell’edilizia residenziale.

Il 2 ottobre 2014, Berkshire Hathaway Automotive è stata creata una filiale di una concessionaria auto attraverso l’acquisizione di Van Tuyl Group, il più grande concessionario auto della nazione e indipendente fino a quella data, che è il quinto più grande con 81 concessionari e un fatturato di 8 miliardi di dollari Il 14 novembre 2014, Berkshire Hathaway ha annunciato che avrebbe acquisito Duracell da Procter & Gamble per 4,7 miliardi di dollari in un’operazione all-stock.

Investimenti

Oltre a possedere società a tutti gli effetti, Berkshire mantiene un portafoglio concentrato di azioni e investimenti che storicamente è stato gestito da Warren Buffett. Dal 2010, Todd Combs e Ted Weschler lavorano anche a fianco di Buffett nella gestione degli investimenti. Buffett ha parlato molto bene di entrambi in interviste pubbliche e nella lettera del 2015 agli azionisti ha descritto l’assunzione di entrambi come “una delle mie mosse migliori”. Nella lettera del 2016 agli azionisti, Warren ha rivelato che ognuno di loro gestisce autonomamente più di 10 miliardi di dollari per conto di Berkshire.

A marzo 2017, il 65% dei titoli azionari del Berkshire era concentrato in cinque società:

  1. American Express Company (12,0 miliardi di dollari)
  2. Apple Inc. (19,2 miliardi di dollari)
  3. The Coca-Cola Company (17,0 miliardi di dollari)
  4. International Business Machines Corporation (“IBM”) (11,2 miliardi di dollari)
  5. Wells Fargo & Company (27,8 miliardi di dollari)

Dopo la cessione delle azioni IBM nel febbraio 2018, il 4 maggio 2018, Buffett ha annunciato che Berkshire ha venduto completamente la sua partecipazione in IBM e ha acquistato una quota maggiore di Apple.

Al culmine della crisi finanziaria nel settembre 2008, il Berkshire ha investito 5 miliardi di dollari in azioni privilegiate di Goldman Sachs per fornirle una fonte di finanziamento quando i mercati dei capitali erano ormai vincolati. Le azioni privilegiate hanno fruttato un tasso d’interesse annuale del 10% facendo guadagnare al Berkshire 500 milioni di dollari di interessi all’anno. Berkshire ha anche ricevuto warrant per l’acquisto di 43,5 milioni di azioni con un prezzo di esercizio di 115 dollari per azione, esercitabili in qualsiasi momento per un periodo di cinque anni Goldman ha mantenuto il diritto di riacquistare le azioni privilegiate e nel marzo 2011 ha esercitato tale diritto pagando 5,5 miliardi di dollari a Berkshire (le azioni privilegiate potevano essere riacquistate solo con un premio del 10%). I warrant sono stati esercitati e Berkshire detiene il 3% del capitale sociale di Goldman Sachs. L’utile sulle azioni privilegiate è stato stimato in 1,8 miliardi di dollari e l’esercizio dei warrant ha fruttato un utile di oltre 2 miliardi di dollari, anche se il fatto che Berkshire continui a detenere azioni di Goldman Sachs significa che l’intero utile non può essere quantificato.

Il 26 agosto 2011, Berkshire Hathaway ha acquistato 5 miliardi di dollari di azioni privilegiate della Bank of America. L’investimento ha un costo di interesse annuale del 6%, facendo guadagnare a Berkshire 300 milioni di dollari di interessi annuali. Oltre all’investimento in azioni privilegiate, Berkshire ha ottenuto warrant che consentono a Berkshire di acquistare 700 milioni di azioni ordinarie a 7,14 dollari per azione in qualsiasi momento prima del 2 settembre 2021. Sulla base del prezzo delle azioni nel giugno 2017, questa posizione ha fruttato un profitto di oltre 10 miliardi di dollari, escludendo l’interesse annuale guadagnato dalle azioni privilegiate.

Nel 2006 Berkshire Hathaway Inc. ha acquisito la Russell Corporation per 600 milioni di dollari, ottenendo di fatto la maggior parte delle azioni e dei marchi in molti campionati sportivi – tra cui le palle da basket ufficiali della Spalding NBA, le protezioni della BIKE Athletic Company, i tavoli da ginnastica AAI (American Athletic), i bar, gli anelli, i cavalli o le palle da softball Dudley e gli accessori.

Nel 2008, Berkshire ha acquistato azioni privilegiate di Wrigley, Goldman Sachs e GE per un totale di 14,5 miliardi di dollari.

Il 3 novembre 2009, Berkshire Hathaway ha annunciato che, utilizzando azioni e liquidità per un totale di 26 miliardi di dollari, avrebbe acquisito il restante 77,4% della Burlington Northern Santa Fe Corporation, società madre della BNSF Railway, che non possedeva già. Questa è stata la più grande acquisizione fino ad oggi nella storia di Berkshire.

Il 14 marzo 2011, Berkshire Hathaway ha annunciato che avrebbe acquisito la Lubrizol Corporation per 9 miliardi di dollari in contanti, un’operazione che è stata descritta come una delle più grandi operazioni mai realizzate da Berkshire Hathaway.

Il 25 marzo 2011, Berkshire Hathaway ha fatto la sua prima incursione nel settore assicurativo indiano con la sua controllata non diretta BerkshireInsurance.com.

Il 14 febbraio 2013, Berkshire Hathaway Inc e 3G Capital hanno annunciato l’intenzione di acquistare H.J. Heinz Co. per 72,50 dollari per azione o 28 miliardi di dollari incluso il debito La società è diventata proprietaria di maggioranza di Heinz il 18 giugno 2015, dopo aver esercitato un warrant per l’acquisto di 46.195.652 azioni ordinarie per un prezzo totale di 461.956,52 dollari, aumentando la sua partecipazione al 52,5%.

Berkshire possiede 1,74 milioni di azioni della Gannett. La società detiene anche una parte dell’editore di giornali Lee Enterprises dopo aver acquistato una parte del debito della Lee dopo la sua dichiarazione di fallimento.

Il 10 agosto 2015, i consigli di amministrazione di Berkshire Hathaway Inc. e Precision Castparts Corp. hanno approvato all’unanimità un accordo definitivo per l’acquisizione da parte di Berkshire Hathaway, al prezzo di 235 dollari per azione in contanti, di tutte le azioni PCC in circolazione.

Investimenti in Amazon.com Inc.

Il 2 maggio 2019, Warren Buffett ha dichiarato alla CNBC che uno dei gestori degli investimenti del Berkshire, Todd Combs o Ted Weschler, ha acquistato azioni di Amazon. “Uno dei tizi dell’ufficio che gestiscono il denaro… ha comprato un po’ di Amazon, così apparirà nel 13F”, ha detto Buffett alla CNBC. Buffett ha continuato: “Sì, sono stato un fan, e sono stato un idiota a non comprare. Ma voglio che sappiate che non ci saranno cambiamenti di personalità”.

Investimento in Apple Inc.

Nel maggio 2016, è stato rivelato in un deposito normativo che Berkshire aveva acquisito una partecipazione in Apple Inc. La posizione iniziale era di 9,8 milioni di azioni (0,2% di Apple) per un valore di 1 miliardo di dollari. Alla fine di giugno 2016, questa quota era salita a 15,2 milioni di azioni (0,3% di Apple). Berkshire ha poi ricominciato ad acquistare azioni Apple tra settembre e dicembre. Al 31 dicembre 2016, Berkshire aveva accumulato una quota di 57,4 milioni di azioni (1,1% di Apple) con un prezzo medio di acquisto stimato di 110 dollari per azione. Gli acquisti di azioni sono continuati in modo aggressivo e al 31 marzo 2017, Berkshire aveva accumulato una quota di 129 milioni di azioni (2,5% di Apple). Nel rapporto annuale 2017, Berkshire Hathaway ha rivelato la sua posizione totale al 31 dicembre 2017, pari a 166 milioni di azioni (3,3% di Apple). A febbraio 2019, Berkshire possiede il 5,4% di Apple con 255.300.329 azioni.

Nei rapporti dei media, Buffett afferma che Apple ha sviluppato un ecosistema e un livello di fedeltà al marchio che le fornisce un fossato competitivo, e che i consumatori sembrano avere un certo grado di insensibilità ai prezzi quando si tratta dell’iPhone. Mentre Buffett ha notoriamente evitato le scorte di tecnologia, ha detto che Apple è un’azienda di prodotti di consumo e che capisce il business dei prodotti di consumo.

Investimenti precedenti

Berkshire in precedenza deteneva una partecipazione considerevole in Tesco Plc, il rivenditore di alimentari del Regno Unito. Berkshire ha effettuato il suo primo investimento in Tesco nel 2006 e nel 2012 ha aumentato questa partecipazione a oltre il 5% della società con un costo per l’investimento di 2,3 miliardi di dollari. Buffett ha venduto circa il 30% di questa partecipazione nel 2013, quando “si è inacidito un po’ sulla gestione dell’azienda di allora” realizzando un profitto di 43 milioni di dollari. Con l’aggravarsi dei problemi di Tesco fino al 2014, Berkshire ha venduto tutte le azioni rimanenti con Buffett dicendo agli azionisti che il ritardo nella vendita delle azioni era costoso. Berkshire ha realizzato una perdita al netto delle imposte di 444 milioni di dollari sull’investimento Tesco.

Nel 2016 il Berkshire ha sorpreso gli investitori facendo grandi investimenti azionari nelle principali compagnie aeree statunitensi. Buffett aveva precedentemente descritto le compagnie aeree come una “trappola mortale per gli investitori”. Buffett aveva fatto un investimento in US Airways nel 1989 che, sebbene abbia venduto con profitto, ha quasi perso Berkshire una somma di denaro sostanziale.

Dal 2017, Berkshire era il maggiore azionista di United Airlines e Delta Air Lines e uno dei primi 3 azionisti di Southwest Airlines e American Airlines. Lo stesso Buffett ha descritto questo come una “chiamata all’industria” piuttosto che una scelta in una singola compagnia. Si dice che l’amministratore delegato di American Airline, Doug Parker, abbia conquistato Ted Weschler sostenendo che l’industria delle compagnie aeree aveva consolidato sufficientemente e razionalizzato l’offerta in modo tale che la redditività a lungo termine potesse essere raggiunta in un settore che è stato storicamente in perdita in aggregato.

Nell’aprile 2020 Berkshire ha venduto tutte le azioni di US Airlines in risposta alla pandemia COVID-19.

Articoli Berkshire Hathaway (NYSE:BRK.A)

Cosa è l’indice Russell 1000

Se seguite le notizie, ogni giorno sentirete i telegiornali fare riferimento al Dow Jones Industrial Average, all'S&P 500 e al Nasdaq Composite, tre dei più importanti indici che misurano, se non la salute del mercato azionario americano, almeno la fiducia degli investitori in esso. Tuttavia, il Russell 1000 è importante almeno quanto i suoi tre indici più noti, e forse…

Commenti disabilitati su Cosa è l’indice Russell 1000
Cosa è l’indice Russell 1000
1.000

Cos’è il Fortune Global 500?

L'indice Fortune Global 500, noto anche come Global 500, è una classifica annuale delle prime 500 aziende del mondo, misurata in base ai ricavi. La lista viene compilata e pubblicata annualmente dalla rivista Fortune. Metodologia Fino al 1989, elencava solo le società industriali non statunitensi sotto il titolo "International 500", mentre la Fortune 500 conteneva e contiene ancora esclusivamente società…

Commenti disabilitati su Cos’è il Fortune Global 500?
Cos’è il Fortune Global 500?
Fortune Global 500

Warren Buffett e le compagnie aeree americane

La Berkshire Hathaway di Warren Buffett ha venduto in perdita l'intero portafoglio di azioni delle compagnie aeree statunitensi, che comprende: American AirlinesDelta Air LinesSouthwest AirlinesUnited Airlines. "Ci abbiamo messo, qualunque cosa fosse, sette o otto miliardi e non abbiamo tirato fuori nulla come sette o otto miliardi" [...] "Abbiamo venduto tutte le posizioni. Quando cambiamo idea non prendiamo mezze misure"Buffett…

Commenti disabilitati su Warren Buffett e le compagnie aeree americane
Warren Buffett e le compagnie aeree americane
Aeroplano sopra i grattacieli della finanza

Cosa è la lista Fortune 500

La rivista Fortune 500 è la lista annuale di 500 delle più grandi aziende statunitensi classificate per fatturato totale per i rispettivi anni fiscali. L'elenco è compilato utilizzando i dati più recenti relativi alle entrate e comprende sia le aziende pubbliche che quelle private con dati sulle entrate pubblicamente disponibili. Essere un'azienda Fortune 500 è ampiamente considerato un marchio di…

Commenti disabilitati su Cosa è la lista Fortune 500
Cosa è la lista Fortune 500
Fortune 500

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare