Le 10 azioni preferite da Warren Buffett
Warren Buffett e Barack Obama
Le 10 azioni preferite da Warren Buffett
  • Post category:Trading

Abbiamo già parlato di Warren Buffett e della sua Berkshire Hathaway: abbiamo cercato di capire le sue strategie di investimento, abbiamo cercato di comprendere perché ha ceduto le compagnie aeree, abbiamo visto il suo investimento in Cattolica Assicurazioni, insomma ci siamo occupati più volte dell’oracolo di Omah.

Non potevamo fare altrimenti considerando la resa della sua Berkshire Hathaway, acquistata, semi morente, a metà del 900 e che oggi vale una fortuna.

In questo articolo cerchiamo di capire quali sono i cavalli di battaglia di Warren Buffett, su quali titoli ha un affetto particolare e da quali azioni certamente non si separerà facilmente.

Le azioni preferite di Warren Buffett

Prima della lista, nuda e cruda, volete un esempio? American Express è nel portafoglio di Warren Buffett dal 1963, ha avuto fluttuazioni, con aumenti e cali di partecipazione, ma non è mai uscita dal portafoglio negli ultimi 57 anni.

AzionePeso in
portafoglio
Quota
dell’azienda
Apple44,18%5,73%
Bank of America10,85%10,68%
Coca Cola8,83%9,31%
America Express7,13%18,83%
The Kraft Heinz Co5,13%26,63%
Moodys3,35%13,14%
Wells Fargo & Co3,00%5,76%
U.S. Bancorp2,40%8,76%
DaVita HealthCare1,49%31,23%
Bank Of New York Mellon1,38%8,17%
Le 10 aziende più presenti nel portafoglio di Warren Buffett al 30/06/2020

Apple

“Diversificare il portafoglio? Una protezione contro l’ignoranza, che non ha molto senso se sai quello che stai facendo”

Warren Buffett a luglio 2020 sulla diversificazione

Nel luglio del 2020 chiesero a Warren Buffett se il 44% raggiunto dalle quote Apple non fosse un’esposizione troppo grande su una sola azienda, quindi se non fosse meglio diversificare, vendendo un po’ di Apple per rafforzare altre quote.

La risposta di Warren Buffett (la citazione qui sopra) lasciò di sasso non solo l’intervistatore ma tanti investitori.

Per Warren Buffett Apple è in assoluto l’azienda migliore al mondo, altrimenti non metterebbe metà del proprio fondo sulla sola azienda di Cupertino.

Finanziari

Il portafoglio di Berkshire Hathaway ha sempre avuto una grande quantità di titoli finanziari, in questa semplice lista si può contare:

  • Bank of America
  • America Express
  • Moody’s
  • Wells Fargo & Co
  • U.S. Bancorp
  • Bank Of New York Mellon

Ben 6 delle prime 10 aziende nel portafoglio dell’uomo di Omah sono finanziari; appare quindi evidente che questo settore, per Buffett, è fondamentale. A maggior ragione se si considera che nel portafoglio trovano posto anche Mastercard, Visa e JPMorgan Chase.

Si inizia a registrare però qualche défaillance, infatti nell’ultimo report 13f, che termina a giugno 2020, il fondo ha alleggerito le proprie posizioni in Wells Fargo & Co, U.S. Bancorp e Bank Of New York Mellon.

DaVita HealthCare

Warren Buffett pensa al futuro (e come potrebbe non farlo un uomo che compirà 90 anni il 30 agosto 2020?) e per questo motivo investe anche sulla ricerca scientifica.

DaVita HealthCare ha oltre 2.000 centri di ricerca su malattie renali in tutti gli Stati Uniti e con la popolazione che invecchia questo è certamente un investimento che guarda lontano.

Coca Cola e Kraft Heinz

Ogni portafoglio che si rispetti deve avere una base legata al food, settore anticrisi per eccellenza (tutti devono mangiare, anche durante le crisi).

Coca Cola è un titolo storico per Warren Buffett, mentre Kraft è entrato nel portafoglio solo negli ultimi 10 anni; eppure entrambi ricoprono un ruolo fondamentale e l’oracolo di Omah si guarda bene dal separarsene.

Warren Buffett e l’oro

Buffett si è sempre detto allergico all’oro, poiché è qualcosa che definiva così:

L’oro viene estratto dalla terra in Africa, o da qualche altra parte. Poi lo fondiamo, scaviamo un altro buco, lo sotterriamo di nuovo e paghiamo persone per fargli la guardia. Non ha utilità. Per un osservatore marziano sarebbe un bel grattacapo

Warren Buffett nel 1998 parlando degli investimenti sull’oro

Eppure nell’ultimo 13f pubblicato si nota un investimento su Barrick Gold, azienda mineraria che estrae proprio l’oro e che, ovviamente, è soggetta alle fluttuazioni del materiale. Poco peso, circa 0,3% sull’intero portafoglio di Berkshire Hathaway, ma ciò significa che anche nel fondo di Warren Buffett qualcosa inizia a cambiare (oppure il Covid fa più paura del previsto).