Warren Buffett e le compagnie aeree americane
Aeroplano sopra i grattacieli della finanza
Warren Buffett e le compagnie aeree americane
  • Post Category:Trading

La Berkshire Hathaway di Warren Buffett ha venduto in perdita l’intero portafoglio di azioni delle compagnie aeree statunitensi, che comprende:

  • American Airlines
  • Delta Air Lines
  • Southwest Airlines
  • United Airlines.

“Ci abbiamo messo, qualunque cosa fosse, sette o otto miliardi e non abbiamo tirato fuori nulla come sette o otto miliardi” […] “Abbiamo venduto tutte le posizioni. Quando cambiamo idea non prendiamo mezze misure”

Buffett durante la riunione annuale di Berkshire il 2 maggio

Berkshire aveva una partecipazione dell’11% in Delta, del 10% in American e Southwest e del 9% in United. In aprile ha venduto alcune delle quote di Delta e Southwest. Berkshire ha iniziato ad accumulare partecipazioni nel 2016, un’inversione di tendenza rispetto al lungo disprezzo di Buffett per le compagnie aeree.

L’Oracolo di Omaha non professa alcuna visione delle prospettive a lungo termine dei viaggi e del business dell’aviazione. Ma Buffett vede l’immediato futuro negativo per gli investitori, poiché le compagnie aeree stanno accumulando debiti, diluendo il valore per gli azionisti con l’emissione di azioni, e potrebbero avere un eccesso di capacità.

“Le quattro compagnie prenderanno in prestito, ciascuna, forse una media di almeno 10 o 12 miliardi di dollari, attraverso nuove linee di credito” […] “Bisogna ripagarli con i guadagni per un certo periodo di tempo”.

Buffett non da colpa della gestione delle compagnie aeree. “Non siamo rimasti affatto delusi da come sono state gestite le attività”, ha detto.

I problemi attuali sono “non per colpa delle compagnie aeree stesse, ma per qualcosa che era un evento a bassa probabilità”.

Buffett si aspetta un’ulteriore debolezza dell’aviazione a breve termine a causa dell’eccesso di capacità. “Il business delle compagnie aeree ha il problema che se il business torna al 70% o all’80%, gli aerei non spariscono”, ha detto. “Ci sono troppi aerei”.

American e Delta stanno abbandonando circa 100 aerei e stanno valutando ulteriori ritiri. United e altri stanno valutando anche le loro future dimensioni.

Buffett era dispiaciuto che il valore per gli azionisti delle compagnie aeree potesse essere diluito dal nuovo patrimonio netto.

“In alcuni casi devono vendere azioni o vendere il diritto di acquistare azioni”, ha detto Buffett. “Questo toglie il lato positivo”.

Le compagnie aeree statunitensi hanno accettato di concedere garanzie governative in cambio dei 25 miliardi di dollari di prestiti autorizzati ai sensi del CARES Act. I warrant equivalgono generalmente a circa l’1% di partecipazione.

United Airlines sta raccogliendo 1,04 miliardi di dollari di nuove azioni, finora l’unica compagnia aerea statunitense a farlo. Al di fuori degli Stati Uniti, Singapore Airlines ha raccolto 5,3 miliardi di dollari (3,74 miliardi di dollari) in nuovi capitali propri. Ma la maggior parte dei governi concede solo prestiti.

Accettando i prestiti del governo americano, alle compagnie aeree è vietato emettere dividendi fino a un anno dopo il rimborso del prestito.

I prestiti sono andati anche alle compagnie aeree più piccole come Alaska e JetBlue, ma Buffett ha investito solo nei quattro grandi: American, Delta, Southwest e United.

“Avremmo comprato altre compagnie aeree”, ha dichiarato Buffett. “Ma quelle erano le quattro grandi e quelle in cui potevamo investire un po’ di soldi”.

Le compagnie aeree statunitensi stanno aumentando ulteriormente il debito attingendo ai mercati privati, spesso per importi che superano i prestiti del governo americano. Il CARES Act ha autorizzato separatamente 25 miliardi di dollari di sovvenzioni dirette per coprire le spese per il personale.

Buffett non ha rivelato l’entità delle perdite con la vendita del suo portafoglio di compagnie aeree, ma ha detto che era “relativamente minore”.

C’è una notevole attenzione sulla proclamazione di Buffet “il mondo è cambiato per le compagnie aeree”.

Ma Buffett ha detto di non avere intuizioni. “Non so come sia cambiato”, ha ammesso. “Non so se gli americani avranno cambiato le loro abitudini o cambieranno le loro abitudini”.