Microsoft ha provato ad acquistare Pinterest
Microsoft tenta di acquisire Pinterest
Microsoft ha provato ad acquistare Pinterest
  • Categoria dell'articolo:Trading

I più “vecchi” (o poco giovani, che è meglio) ricorderanno certamente il tentativo di acquisizione da parte di Microsoft che voleva portare nel proprio giardino quello che allora era un gigante come Yahoo… Tentativo che allora fallì perché di mezzo si mise Google.

Poi è arrivata l’epoca dei social, dei microservizi, del cloud e Microsoft ha decisamente cambiato strada. Nel mentre ha cambiato anche management, con l’arrivo di Satya Nadella che è riuscito a dare un’impronta nuova alla società.

Ma l’appetito di acquisizioni, per il colosso di Redmond, non è certo cambiato e negli anni è riuscita ad allungare le mani su social del calibro di LinkedIn, su community professionali open source come GitHub o su profili gaming come ZeniMax Media.

Appetito che evidentemente non è stato ancora domato, considerando che Microsoft durante il 2020 ha cercato di cogliere l’opportunità di acquisire TikTok, società cinese che Trump voleva internalizzare (o chiudere), tentativo andato in fallimento per il cambiamento della linea politica cinese e soprattutto per minacce incrociate tra i governi di Cina e USA.

Allora, orfana di TikTok, Microsoft ha ben pensato di provare a fare campagna acquisti direttamente in America, provando a portarsi a casa Pinterest, social di ricerca fotografica che durante la pandemia da Corona Virus è riuscita a portare a casa uno strepitoso +600% sulla capitalizzazione.

Successo arrivato grazie al fatto che, con i negozi chiusi per i vari lockdown, Pinterest ha rappresentato un’opportunità unica per i brand di moda di far conoscere i propri capi, con l’inizio del funnel di acquisto che partiva proprio dal social photo network.

Peccato che anche questo tentativo di Microsoft sia andato a vuoto, con la ferma intenzione del management di Pinterest di rimanere indipendente.