Apple vs. Netflix, su cosa investire?
Apple vs Netflix
Apple vs. Netflix, su cosa investire?
  • Post Category:Trading

Apple (NASDAQ:AAPL) e Netflix (NASDAQ:NFLX) hanno un impatto sulla routine quotidiana di milioni di persone in tutto il mondo. Apple ha più di 1,5 miliardi di utenti attivi nei suoi iDevices, mentre Netflix vanta una base di membri ( 182,86 milioni ) in rapida crescita.

Mentre entrambe le aziende devono affrontare a breve termine qualche vento contrario a causa dell’economia del coronavirus, entrambe sono in una buona posizione per arrivare a fine 2020 e continuare a crescere a lungo termine. Vediamo quali azioni sono le migliori da acquistare oggi.

Posizione finanziaria

Il quadro economico a breve termine si presenta molto cupo. Più di 20 milioni di persone hanno perso il lavoro solo in aprile (nella sola America), il che porterà a una riduzione dei consumi. Ma Apple e Neflix staranno bene a causa delle forti operazioni commerciali sottostanti.

Apple ha più di 83 miliardi di dollari di liquidità netta. Si tratta di un’abbondanza di liquidità da investire per la crescita e mantenere il suo dividendo per gli azionisti, che recentemente è aumentato del 6% fino a un payout trimestrale di 0,82 dollari per azione.

Netflix non ha un bilancio ricco di liquidità come quello di Apple. A partire dal trimestre più recente, Netflix ha un debito di 14,7 miliardi di dollari con soli 5,15 miliardi di dollari in contanti nel suo bilancio. Ma Netflix può farla franca perché ricava denaro dagli abbonamenti mensili che forniscono un flusso di entrate ricorrenti per pagare le spese e investire in nuovi contenuti.

Lo stato attuale di Apple

Apple vede una forte domanda in alcune aree, ma la debolezza in altre. Il principale vento contrario nel prossimo futuro è la debole domanda di iPhone. L’iPhone rappresenta la metà delle entrate di Apple. Durante la conference call fiscale del secondo trimestre, il management ha avvertito che le vendite di iPhone e di beni indossabili (ad esempio, Apple Watch) sarebbero peggiorate fino a giugno, ma il management non ha fornito una guida specifica per le vendite o i guadagni.

Tuttavia, Apple vede una forte domanda di servizi, in particolare Apple TV+, Apple Arcade, Apple News+ e Apple Card. Mentre questi servizi continuano ad aggiungere utenti, durante la consueta conference call con gli azionisti, Apple ha affermato che il programma di garanzia Apple Care e la attività pubblicitaria su App Store hanno subito un impatto negativo dato dal coronavirus.

Nel complesso, il business dei servizi, che è il flusso di entrate di Apple in più rapida crescita e che ha rappresentato il 23% delle entrate totali nell’ultimo trimestre, dovrebbe continuare a funzionare bene.

Apple prevede anche un miglioramento delle vendite di iPad e Mac fino a giugno. Il CEO Tim Cook ha attribuito questo risultato a un maggior numero di persone che lavorano a casa e che hanno bisogno di alcuni strumenti extra per rimanere produttivi.

Per quel che vale, gli analisti di Wall Street attualmente si aspettano che Apple aumenti le vendite dell’1% nel 2020 (che terminerà a settembre). Gli analisti prevedono che l’utile per azione aumenterà del 3,6% su base annua. Ma nell’anno fiscale 2021, la crescita del fatturato dovrebbe accelerare al 12,5%, probabilmente a seguito di un forte ciclo di upgrade per il prossimo iPhone, che dovrebbe essere dotato di una connessione wireless 5G.

Stato attuale di Netflix

Netflix sta subendo una qualche perturbazione dal nuovo coronavirus. Le riprese si sono interrotte a livello globale e Netflix non è stato in grado di completare il doppiaggio per alcune uscite straniere. La buona notizia è che Netflix ha già completato le riprese di diversi progetti previsti per l’uscita di quest’anno e fino al 2021.

Anche se questa non è la situazione ideale, Netflix sta prosperando in questo momento. La società ha aggiunto 15,77 milioni di nuovi abbonati nel primo trimestre, il che ha mandato in fumo le previsioni. Tuttavia, il management ha avvertito che questa crescita non è ripetibile e che i nuovi utenti raggiunti faranno sì che la curva di crescita rallenterà nei prossimi trimestri.

Anche se nell’ultimo trimestre il fatturato è salito del 27,6%, rispetto all’anno precedente, il management si aspetta che la vista diminuisca e che la crescita degli iscritti rallenti una volta che le persone ritornino alla loro normale vita sociale.

Il più grande successo del primo trimestre è l’enorme valore che i consumatori stanno trovando nella vasta biblioteca di contenuti, che indica una crescita del valore del marchio.

Gli analisti prevedono che nel 2020 Netflix aumenterà il fatturato del 22,9% su base annua, mentre l’utile dovrebbero crescere del 56% per raggiungere i 6,46 dollari ad azione.

Qual è la miglior azione da comprare?

I titoli FAANG sono un’ottima scelta in questo momento, quindi si potrebbe investire in ognuno di essi. Ma se dovessi scegliere solo uno da acquistare oggi, investirei nell’azienda che sta crescendo più velocemente, e cioè Netflix.

Le vendite dell’iPhone hanno raggiunto un punto di saturazione, ed è per questo che Apple ha aumentato il suo fatturato solo del 20% in totale negli ultimi tre anni. Ma Netflix continua a far crescere il suo fatturato di oltre il 20%, il che riflette il vantaggio che il provider di streaming ha di crescere su una base di ricavi inferiore rispetto ad Apple. Apple ha generato 268 miliardi di dollari di fatturato negli ultimi quattro trimestri, rispetto ai 21,4 miliardi di dollari di Netflix.

Gli investitori di dividendi apprezzeranno Apple per i suoi 60 miliardi di dollari di free cash flow annuale e il regolare dividendo trimestrale. Ma Netflix offre una crescita maggiore. Il gigante dello streaming sta iniziando a lavorare per una redditività sostenuta, motivo per cui gli analisti si aspettano che quest’anno Netflix aumenti i suoi guadagni del 56%.

Per quanto riguarda la valutazione, Apple opera con un rapporto prezzo/utili pari a 26,8 mentre Netflix riflette il potenziale di crescita e si presenta a 116.

Netflix ha una pista lunga e dritta per poter crescere, in particolare sui mercati internazionali. La sua notorietà all’estero è ancora relativamente bassa per quello che gli americani considerano un must per l’home entertainment. La crescita oltreoceano sarà importante per Netflix nel prossimo futuro, dato che potrebbe esserci un limitato potere di prezzo per la crescita dei ricavi dei pad negli Stati Uniti con l’emergere di così tanti concorrenti.

Gli investitori che amano i dividendi e hanno una minore tolleranza al rischio per le azioni ad alto P/E potrebbero favorire Apple. Ma se dovessi fare la scelta oggi, investirei nel titolo con la maggiore headroom per aumentare il valore. Netflix continua a registrare tassi di crescita sostanziali, mentre il suo potenziale di espansione all’estero lascia ancora enormi guadagni per lo stock nel lungo termine. Pertanto, preferirei acquistare Netflix ai livelli di prezzo odierni.