Chiusura mercoledì 08 Luglio 2020
243,58 $
Target Price: 237,38 $
Media del giudizio di 52 analisti

Informazioni su FB

NomeFacebook Inc
NazioneStati Uniti
CurrencyUSD
Data IPO18-05-2012
SettoreMedia
Capitalizzazione665.038

Tutti i dati seguenti sono stati aggiornati al 09-07-2020

Consensi e Target Price FB

News Sentiment

 ToroOrso
News Sentiment22,44%
Settore:64,64%
77,56%
Settore:35,36%
Art. ultima settim.221
Media news settimanali249.75
Ultimo periodoSe ne parla al solito
News Score Facebook Inc23,26%
News Score del settore52,15%

Consensi Facebook Inc

GiudizioConsensi
StrongBuy20
Buy28
Hold2
Sell1
StrongSell1
Aggiornati al 07-07-2020

Target Price Facebook Inc

Tra gli analisti che hanno dato i consensi, questo è il range di Target Price assegnato a Facebook Inc

TP MedioTP MaggioreTP Minore
237,38300,00120,00
Aggiornati al 07-07-2020

Analisi tecnica Facebook Inc

SegnaleIndicatori
Buy4
Neutral10
Sell3
Segnale finaleneutral

Livelli, Supporti e Resistenze FB

Livelli storici
137,10
159,93
188,54
215,28
245,19

EPS Facebook Inc

PeriodoRealizzatoPrevisto
31-03-20201,711,80
31-12-20192,562,61
30-09-20192,121,97
30-06-20190,911,94

Logo Facebook

Facebook, Inc. (FB) è un social media americano fondato nel 2004 da Mark Zuckerberg. L’attività è focalizzata sulla fornitura di servizi e prodotti che permettono alle persone di connettersi e condividere contenuti attraverso computer, dispositivi mobili e tablet.

Nel corso degli anni, Facebook è cresciuta fino a diventare una delle aziende più preziose al mondo grazie alla capitalizzazione di mercato.

Insieme ad Apple (AAPL), Amazon (AMZN), Netflix (NFLX) e Google di Alphabet (GOOGL), il business forma il gruppo FAANG, un’entità che rappresenta le cinque aziende tecnologiche statunitensi più popolari e più performanti.

Le azioni di Facebook sono negoziate alla borsa valori del NASDAQ sotto il simbolo del ticker FB. La società è una componente degli indici NASDAQ 100, S&P 100 e S&P 500.

Storia di Facebook

Nel febbraio 2004, la società è stata inizialmente fondata come servizio di social networking TheFacebook da Mark Zuckerberg e dai suoi compagni di università di Harvard Dustin Moskovitz, Eduardo Saverin, Andrew McCollum e Chris Hughes.

Per i primi mesi dopo il suo lancio, i costi per le operazioni del sito web sono stati pagati da Zuckerberg e Saverin, che avevano assunto partecipazioni azionarie nel business. Il sito web ha anche pubblicato alcuni annunci pubblicitari per coprire i costi di gestione.

Nel corso della sua storia, l’azienda ha effettuato una serie di acquisizioni per diversificare il proprio portafoglio di attività ed espandere la propria presenza sul mercato. Alcuni degli acquisti più importanti effettuati da Facebook sono stati FriendFeed nell’agosto 2009, Divvyshot e Octazen Solutions nel 2010, Instagram nel 2012, Onavo nel 2013, WhatsApp nel 2014, Oculus VR nel 2014, Wit.ai nel 2015, Dreambit nel 2018 e Beat Games nel 2019.

Oggi, l’azienda mantiene la sua posizione di leader come uno dei fornitori di servizi di social networking più popolari al mondo. Nella “famiglia di applicazioni” di Facebook, Facebook Messenger e WhatsApp sono in prima linea in tutte le applicazioni di messaggistica in termini di numero di utenti. Attualmente, WhatsApp ha oltre 1,6 miliardi di utenti attivi, mentre FB Messenger è utilizzato da 1,3 miliardi di utenti. In totale, tutte le app gestite dall’azienda hanno più di 2,9 miliardi di utenti attivi al mese.

Facebook in borsa

Per quanto riguarda la storia delle azioni di Facebook, la società ha presentato un’offerta pubblica iniziale il 1 febbraio 2012, con l’intenzione di raccogliere 5 miliardi di dollari. I sottoscrittori hanno valutato le azioni FB a 38 dollari ciascuna, dando all’azienda una valutazione di 104 miliardi di dollari.

Due giorni prima della pubblicazione, Facebook ha annunciato che avrebbe venduto il 25% di azioni in più rispetto a quanto inizialmente previsto a causa dell’elevata domanda. Il 18 maggio 2012, il titolo ha iniziato le negoziazioni alla borsa del NASDAQ, terminando il primo giorno a 38,23 dollari per azione. In totale, la società ha raccolto oltre 16 miliardi di dollari, diventando così la più grande IPO tecnologica nella storia degli Stati Uniti in quel momento.

Tuttavia, il prezzo delle azioni di Facebook ha guadagnato uno slancio al ribasso poco dopo, registrando un minimo record di 17,55 dollari solo pochi mesi dopo. Solo nel terzo trimestre del 2013 ha completato un ritracciamento al 100% del massimo precedente, generando un breakout ad alto volume che ha attirato un ampio interesse di acquisto.

Nei sei anni successivi, con l’eccezione delle fluttuazioni negative di breve durata, il prezzo dell’azione FB era stato principalmente al rialzo. Il 25 luglio 2018 il valore delle azioni FB ha raggiunto un picco di 217,50 dollari.

Tuttavia, le preoccupazioni, dovute principalmente a problemi di privacy dei dati e allo scandalo di Cambridge Analytica, hanno avuto un forte impatto sul prezzo delle azioni di Facebook. Ha colpito il sentimento degli investitori, con il prezzo delle azioni che è sceso a 176,26 dollari entro il 26 luglio 2018.

Dopo essere sceso al minimo storico di 124,06 dollari il 24 dicembre 2018, il titolo del gigante della tecnologia si è finalmente ripreso e da allora fluttua principalmente al rialzo.

Il titolo ha chiuso il 2019 a 205,25 dollari. Il 29 gennaio 2020, il prezzo dell’azione FB ha raggiunto un nuovo record a 223,23 dollari.

Le migliori 100 aziende occidentali dalla classifica Global 500

Spesso ci si riferisce alle varie classifiche mondiali guardando alle aziende che hanno più profitti, che hanno più ricavi oppure semplicemente che hanno una maggiore capitalizzazione. La questione di base, però, è che la maggior parte degli investitori non va OTC e quindi le azioni che riescono ad acquistare arrivano dai seguenti mercati: USAGran BretagnaGermaniaFranciaItaliaSpagnaSvizzeraOlandaPortogallo Si tratta di pochi mercati…

Commenti disabilitati su Le migliori 100 aziende occidentali dalla classifica Global 500
Le migliori 100 aziende occidentali dalla classifica Global 500
Le 100 azioni migliori sui mercati occidentali

Boicottaggio Facebook per la campagna Stop Hate For Profits

Quando un'azienda come Unilever, che è una potenza mondiale con decine di brand di largo consumo, o un brand storico come Coca Cola decidono di boicottare i social, vuol dire che un'evoluzione sociologica sta avendo atto. Con un comunicato di venerdì 26 luglio, l'azienda anglo olandese Unilever ha deciso di non investire più in pubblicità sulle pagine dei social network…

Commenti disabilitati su Boicottaggio Facebook per la campagna Stop Hate For Profits
Boicottaggio Facebook per la campagna Stop Hate For Profits
Facebook e Twitter colpiti dalla campagna Stop Hate For Profits

Come trovare un’azione che crescerà in futuro

Gli investitori hanno diverse strategie che possono utilizzare per fare soldi nel mercato azionario. Una strategia popolare è quella di acquistare azioni in crescita, che sono aziende che si prevede aumenteranno i loro profitti (o ricavi) ad un ritmo più veloce della media. Insomma, azioni di aziende che per la natura del loro business faranno faville in futuro. Le aziende…

Commenti disabilitati su Come trovare un’azione che crescerà in futuro
Come trovare un’azione che crescerà in futuro
Investire in azioni con potenziale crescita futura

Azioni tecnologiche, cosa bisogna sapere

Il settore tecnologico comprende tutto, dalle grandi aziende che tutti conoscono, ai grandi e piccoli operatori che operano in gran parte dietro le quinte. In questa categoria rientrano anche le aziende emergenti di tutte le dimensioni, le start-up e i marchi domestici da miliardi di dollari. In senso lato, la categoria comprende le azioni che si occupano di ricerca, creazione…

Commenti disabilitati su Azioni tecnologiche, cosa bisogna sapere
Azioni tecnologiche, cosa bisogna sapere
Investire nella Tecnologia

Cosa è l’indice Russell 1000

Se seguite le notizie, ogni giorno sentirete i telegiornali fare riferimento al Dow Jones Industrial Average, all'S&P 500 e al Nasdaq Composite, tre dei più importanti indici che misurano, se non la salute del mercato azionario americano, almeno la fiducia degli investitori in esso. Tuttavia, il Russell 1000 è importante almeno quanto i suoi tre indici più noti, e forse…

Commenti disabilitati su Cosa è l’indice Russell 1000
Cosa è l’indice Russell 1000
1.000

Cosa è il S&P 100 e quali titoli contiene

L'indice S&P 100 è un indice del mercato azionario degli Stati Uniti gestito da Standard & Poor's. Le opzioni dell'indice S&P 100 sono negoziate con il simbolo del ticker "OEX". A causa della popolarità di queste opzioni, gli investitori spesso si riferiscono all'indice con il simbolo del ticker. L'S&P 100, un sottoinsieme dell'S&P 500, comprende 101 (perché una delle società…

Commenti disabilitati su Cosa è il S&P 100 e quali titoli contiene
Cosa è il S&P 100 e quali titoli contiene
Trading

NASDAQ 100, l’indice dei tecnologici americani

L'indice NASDAQ 100 è un indice delle 100 maggiori e più attivamente negoziate società quotate alla borsa valori del NASDAQ. L'indice funge da riferimento per i titoli tecnologici statunitensi, ma comprende anche aziende del settore della vendita al dettaglio, dell'industria, delle biotecnologie e della sanità. I trader si divertono a seguire l'indice NASDAQ 100 perché offre un'esposizione alla sostanziale azione…

Commenti disabilitati su NASDAQ 100, l’indice dei tecnologici americani
NASDAQ 100, l’indice dei tecnologici americani
Wall Street

Su cosa investire durante la pandemia di Covid-19?

I titoli globali hanno avuto un inizio anno positivo, quando gli investitori vedevano un altro anno di crescita stellare. Nelle prime cinque settimane la maggior parte degli indici di tutto il mondo ha registrato una tendenza al rialzo, con l'S&P Global che in quel periodo ha registrato un'impennata di quasi il tre per cento. Tuttavia, le cose hanno cominciato a…

Commenti disabilitati su Su cosa investire durante la pandemia di Covid-19?
Su cosa investire durante la pandemia di Covid-19?
Titoli da considerare durante la pandemia di Covid

FAANG, la bolla finanziaria dei tecnologici

I FAANG, per chi non lo sapesse, sono le azioni delle 5 maggiori aziende tecnologiche: Facebook, Apple, Amazon, Netflix e Google. In realtà, avendo cambiato il nome, il motore di ricerca di Mountain View dovrebbe avere una A di Alphabet (quindi dovrebbe essere FAANA) ma ciò farebbe perdere l'associazione con il termine Fang che significa dente (o zanna). Al di…

Commenti disabilitati su FAANG, la bolla finanziaria dei tecnologici
FAANG, la bolla finanziaria dei tecnologici
Aziende collegate al mondo FAANG

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare