Stellantis continuerà a distribuire dividendi e partecipazioni (Faurecia e Comau)
I brand di Stellantis
Stellantis continuerà a distribuire dividendi e partecipazioni (Faurecia e Comau)
  • Post category:Trading

Il 13 gennaio del 2021, ultimo giorno prima dello stacco del dividendo straordinario pre-fusione, FCA quotava 14,61 euro; il giorno dopo, grazie allo stacco da 1,84 euro, le contrattazioni partivano da 12,77 euro.

Nell’ultima settimana, fino a oggi, c’è stata la fusione con Peugeot e quindi la nascita di Stellantis, la quale, nei primi giorni di contrattazione, è arrivata a quotare 14,30 euro.

Si tratta di un recupero quasi totale del valore pre-stacco, quindi con il senno di poi, il dividendo stesso è stato praticamente recuperato nella quasi interezza del proprio valore. Eppure, come da accordi di fusione tra FCA e Group PSA, quello da 1,84 euro (o 2,9 miliardi in totale) non è l’unico dividendo che quest’anno Stellantis dovrebbe regalare agli ex soci di FCA.

Ulteriore dividendo di Stellantis sull’utile 2020

Gli accordi rivisti a inizio settembre, che tenevano in considerazione gli effetti previsti della pandemia da Corona virus, oltre a portare lo stacco pre-fusione per i soci di Fiat Chrysler Automobiles da 5,5 a 2,9 miliardi, stabilivano anche che le due case avrebbero potuto staccare un dividendo fino a 500 milioni di euro a testa prima della fusione o, in alternativa, fino a 1 miliardo di euro post fusione.

Questo passaggio è stato ricordato anche dai comunicati stampa che accompagnavano il cda del 4 gennaio, cioè quei consigli di amministrazione che suggellavano la nascita della nuova azienda.

Appare evidente a tutti che prima della fusione tale stacco non c’è stato e quindi matura un dividendo fino a 1 miliardo che dovrà essere approvato in primavera da uno dei primi cda di Stellantis.

La prima data importante da conoscere è quella del 3 marzo 2021, nella quale saranno comunicati i dati dell’ultimo trimestre di FCA e di Peugeot, dati che arriveranno fino al 31 dicembre 2020. Insomma, a inizio marzo sapremo qual è stato l’utile (o la perdita) totale per l’esercizio 2020 dei due gruppi messi a fattor comune.

Questa è un’indicazione importante poiché sulla base di questo dato il cda di Stellantis, che si riunirà l’8 marzo, deciderà l’ammontare totale del dividendo.

Teoricamente questo stacco dovrebbe essere simbolico e non basarsi strettamente sul bilancio 2020, anche perché, a oggi, gli ex soci di Peugeot, al di là dell’operazione di concambio che ha trasformato le azioni Peugeot in Stellantis, non hanno visto il becco di un quattrino. Quindi, a meno che il quarto trimestre non sia stato veramente tragico, è molto probabile che lo stacco sarà effettuato per intero (1 miliardo di euro) e messo in pagamento nel mese di maggio. Il pagamento dovrebbe essere pagato attingendo alle riserve della società che, sommando le casse delle due ex società, dovrebbero ammontare a circa 26 miliardi di euro.

Un miliardo di euro di dividendo significa uno stacco di circa 0,32 euro per azione, con un dividend yield, al prezzo attuale (circa 14 euro), di 2,28%.

La quota di Faurecia in Stellantis

Il dividendo da 1 miliardo non è l’unico premio per i soci di Stellantis; infatti, a settembre, quando furono cambiati gli accordi per la fusione (ufficializzati il 27 ottobre con i relativi cda), i soci di FCA accettarono un calo del dividendo straordinario (da 5,5 a 2,9 miliardi) a fronte di azioni di Faurecia, società di componentistica francese, nel portafoglio di PSA, che negli accordi originali sarebbe dovuta andare per intero ai soci di Peugeot.

In tale occasione veniva data l’autorizzazione a Peugeot di vendere azioni Faurecia, fino a un massimo del 7% del capitale della società, per evitare problemi con gli enti regolatori. Questo il passaggio nel comunicato stampa:

Entrambi i Consigli hanno inoltre concordato di consentire a Groupe PSA di cedere fino ad un massimo pari a circa il 7% del capitale di Faurecia precedentemente al perfezionamento della fusione e di adottare eventuali altre misure (ad eccezione di ulteriori cessioni di azioni) ritenute necessarie a garantire che Stellantis non acquisisca il controllo di Faurecia, in linea con quanto previsto nel Combination Agreement originario. Si prevede che questo possa facilitare l’ottenimento delle necessarie approvazioni normative relative alla fusione.

Inoltre, si prevede che il corrispettivo della cessione in oggetto sia distribuito agli azionisti di Stellantis insieme alla distribuzione della restante quota in Faurecia, come già annunciato il 14 settembre scorso, subito dopo il perfezionamento della fusione e successivamente all’approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione e degli azionisti di Stellantis

Cessione e scorporo di Faurecia da comunicato stampa Stellantis

Quindi, ricapitolando:

  • Peugeot aveva una quota di Faurecia nel proprio portafoglio (i numeri li vediamo a breve)
  • Viene dato mandato a Peugeot di cedere fino al 7% del capitale di Faurecia ma di tenere a riserva tali incassi
  • Gli incassi dalla cessione più le azioni rimanenti verranno distribuite ai nuovi soci di Stellantis

Quanto vale Faurecia per i soci di Stellantis

Per fare il calcolo di quanto possa valere la distribuzione di Faurecia partiamo dai dati certi.

Secondo la struttura del capitale della società di componentistica le azioni circolanti sono:

Shareholders Faurecia
Suddivisione azionisti Faurecia

Come possiamo vedere, al 31 dicembre del 2019, Peugeot aveva il 46,34% di Faurecia, corrispondente a circa 64 milioni di azioni.

Gli accordi di settembre/ottobre prevedevano la cessione del 7% del capitale della società e Peugeot ha ceduto, attraverso un collocamento privato mediante costruzione accelerata di un portafoglio ordini (bookbuilding) riservato agli investitori istituzionali, 9.663.000 azioni, al prezzo di circa 31,87 euro per azione, per un incasso totale di 308 milioni di euro.

Nel portafoglio di Peugeot dovrebbero essere rimaste quindi, circa 54,3 milioni di azioni.

Azioni Faurecia distribuzione soci Stellantis

Partiamo quindi da due dati:

  • 54,3 milioni di azioni Faurecia da distribuire ai soci di Stellantis
  • 308 milioni di euro da distribuire ai soci Stellantis

Partiamo dalla parte semplice, cioè la distribuzione della parte monetaria, che dovrebbe corrispondere, all’incirca a 0,098 euro per azione Stellantis.

Ovviamente la parte più corposa è invece rappresentata dalle azioni di Faurecia da distribuire e per capire quale potrebbe essere la suddivisione dobbiamo recuperare un ulteriore dato, cioè il numero di azioni circolanti di Stellantis.

Lo possiamo prendere dalla sezione Investitori del nuovo sito corporate di Stellantis: il numero di azioni circolanti è di 3.119.934.695 azioni ordinarie.

Quindi, facendo una semplice divisione, possiamo considerare che ogni azione Stellantis avrà diritto a 0,0174 azioni Faurecia (54.302.790 / 3.119.934.695). Per meglio comprendere la portata possiamo dire che verranno distribuite 1,74 azioni Faurecia ogni 100 azioni Stellantis.

Distribuzione di Comau ai soci di Stellantis

Infine c’è la quota di Comau, infatti non solo PSA aveva in portafoglio un’azienda “differente”. Se PSA aveva nel proprio bouquet un’azienda di componentistica automobilistica, FCA aveva un’azienda di processi automatizzati.

Il calcolo di quanto possa valere questa azienda si complica poiché, mentre Faurecia è quotata sul listino di Parigi, Comau non è quotata e quindi non ha un cartellino con il prezzo.

Nel tempo si sono ipotizzati dei prezzi che si aggirano intorno a 1 miliardo (quindi un valore di circa 0,32 euro ad azione Stellantis), ma finché non ci sarà una quotazione o un’acquirente restando solo delle ipotesi.

Quotazione di Comau che era stata anche ventilata in questo lungo anno di attesa, ma della quale non si è alla fine fatto nulla.

Possibile che questa operazione possa essere una base da cui partire nel 2022, dopo aver distribuito dividendi e aziende già nel 2021.

Totale dividendi di Stellantis

In conclusione proviamo quindi a stimare il monte totale di tutto ciò che abbiamo detto.

I soci di Stellantis, durante questo 2021, dovrebbero ancora avere:

  • 0,32 euro ad azione per il dividendo da 1 miliardo anticipato negli accordi di fusione
  • 0,098 euro ad azione per la quota di Faurecia venduta da Peugeot
  • 1,74 azioni di Faurecia ogni 100 azioni di Stellantis possedute (valore di circa 0,783 euro ad azione Stellantis, con la quotazione attuale di Faurecia che vale circa 45 euro ad azione)

Per valore totale di circa 1,20 euro ad azione distribuiti tra dividendi e partecipazioni.

A questi si aggiunge la quota di Comau che deve essere ancora valutata e, solo per gli ex azionisti di FCA, il dividendo da 1,84 euro già staccato e che sarà pagato il 29 gennaio 2021.

In definitiva, il valore distribuito totale sarà:

  • Per gli ex soci di FCA: 3,04 euro + quota Comau
  • Per gli ex soci di PSA: 1,20 euro + quota Comau

Cda per la distribuzione di Faurecia

Questo è un update scritto il 25 gennaio 2021, quindi qualche giorno dopo la stesura dell’articolo e lo stesso giorno dell’annuncio di un cda da tenersi il giorno 8 marzo.

All’ordine del giorno del consiglio di amministrazione dell’8 marzo c’è la distribuzione di 308 milioni di euro, derivanti dalla vendita di quote Faurecia, e la distribuzione di 54.297.006 azioni rimaste in cassa.

I nostri calcoli non erano quindi molto sbagliati, avevamo calcolato 54.302.790 ancora in cassa, con un errore di appena 5.784 azioni.