Cosa sono Eribor, Libor e quali alternative
Euribor e Libor
Cosa sono Eribor, Libor e quali alternative
  • Post category:Guide

Non importa che stiate valutando le rate dell’auto, un nuovo mutuo, la surroga sul vecchio o il prestito per ristrutturare casa. Quasi certamente avete sentito parlare di Euribor e di Libor.

Non sono gli unici tassi usati, ma questi due sono fondamentali per la vita finanziaria di milioni di noi, quantomeno perché a questi ci è attaccato il valore e il costo del nostro mutuo (o del nostro prestito).

Capiamo quindi cosa sono l’Euribor, il Libor e le alternative attualmente sul mercato.

Cos’è l’Euro Interbank Offer Rate (Euribor)?

L’Euribor, o Euro Interbank Offer Rate, è un tasso di riferimento costruito a partire dal tasso di interesse medio al quale le banche della zona euro offrono prestiti a breve termine non garantiti sul mercato interbancario. Le scadenze dei prestiti utilizzati per calcolare l’Euribor variano spesso da una settimana a un anno.

Si tratta del tasso di riferimento con cui le banche si prestano o prendono in prestito le riserve in eccesso su brevi periodi di tempo, da una settimana a 12 mesi. Questi prestiti a breve termine sono spesso strutturati come pronti contro termine (repo) e hanno lo scopo di mantenere la liquidità bancaria e di assicurare che il contante in eccesso sia in grado di generare un rendimento di interessi piuttosto che rimanere inattivo.

Cosa dice il tasso Euribor?

L’Euro Interbank Offer Rate (Euribor) si riferisce infatti ad un insieme di otto tassi del mercato monetario corrispondenti a diverse scadenze:

  • i tassi a una settimana
  • due settimane
  • un mese
  • due mesi
  • tre mesi
  • sei mesi
  • nove mesi
  • dodici mesi

Tali tassi, aggiornati quotidianamente, rappresentano il tasso di interesse medio che le banche dell’area dell’euro si addebitano reciprocamente per i finanziamenti non garantiti.

I tassi Euribor rappresentano un importante punto di riferimento per una serie di prodotti finanziari denominati in euro, tra cui mutui ipotecari, libretti di risparmio, prestiti per auto e vari titoli derivati. Il ruolo dell’Euribor nella zona euro è analogo a quello del LIBOR in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.

Chi contribuisce al tasso Euribor?

Ci sono 20 banche del panel che contribuiscono all’Euribor. Si tratta delle istituzioni finanziarie che gestiscono il maggior volume di transazioni sul mercato monetario della zona euro. Dal 2018, queste banche del panel includono:

  • Belfius (Belgio)
  • BNP Paribas (Francia)
  • HSBC Francia
  • Natixis (Francia)
  • Crédit Agricole (Francia)
  • Société Générale (Francia)
  • Deutsche Bank (Germania)
  • DZ Bank (Germania)
  • Banca Nazionale di Grecia
  • Intesa Sanpaolo (Italia)
  • UniCredit (Italia)
  • Banque et Caisse d’Épargne de l’État (Lussemburgo)
  • ING Bank (Paesi Bassi)
  • Caixa Geral De Depósitos (Portogallo)
  • Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (Spagna)
  • Banco Santander (Spagna)
  • CECABANCA (Spagna)
  • CaixaBank (Portogallo)
  • Barclays (Gran Bretagna)

Cos’è il London InterBank Offered Rate (LIBOR)?

Il London Interbank Offered Rate (LIBOR) è un tasso d’interesse di riferimento al quale le principali banche mondiali si concedono reciprocamente prestiti nel mercato interbancario internazionale per prestiti a breve termine.

Il LIBOR è un tasso d’interesse di riferimento accettato a livello globale che indica i costi di prestito tra le banche. Il tasso viene calcolato e pubblicato ogni giorno dall’Intercontinental Exchange (ICE).

Cosa dice il LIBOR

Il LIBOR è il tasso d’interesse medio al quale le principali banche mondiali prendono in prestito l’una dall’altra. Si basa su cinque valute, tra cui il dollaro statunitense, l’euro, la sterlina britannica, lo yen giapponese e il franco svizzero, e serve sette diverse scadenze:

  • entro una settimana
  • una settimana
  • un mese
  • due mesi
  • tre mesi
  • sei mesi
  • 12 mesi

La combinazione di cinque valute e sette scadenze porta a un totale di 35 diversi tassi LIBOR calcolati e riportati ogni giorno lavorativo.

Il tasso più comunemente quotato è il tasso a tre mesi del dollaro statunitense, solitamente indicato come tasso LIBOR corrente.

Ogni giorno, l’ICE chiede alle principali banche mondiali quanto chiederebbero alle altre banche per i prestiti a breve termine.

L’associazione estrae le cifre più alte e più basse, quindi calcola la media a partire dalle cifre rimanenti. Questo è noto come la media tagliata. Questo tasso viene pubblicato ogni mattina come tasso giornaliero, quindi non è una cifra statica. Una volta calcolati e finalizzati i tassi per ogni scadenza e valuta, vengono annunciati e pubblicati una volta al giorno alle 11:55 circa, ora di Londra, dall’IBA.

Il LIBOR è anche la base per i prestiti al consumo nei Paesi di tutto il mondo, quindi ha un impatto sui consumatori tanto quanto sulle istituzioni finanziarie. I tassi d’interesse su vari prodotti di credito come le carte di credito, i prestiti per auto e i mutui a tasso variabile variano in base al tasso interbancario. Questa variazione del tasso contribuisce a determinare la facilità di prestito tra banche e consumatori.

Ma c’è un lato negativo nell’utilizzo del tasso LIBOR. Anche se la riduzione dei costi di finanziamento può essere interessante per i consumatori, essa influisce anche sui rendimenti di alcuni titoli. Alcuni fondi comuni d’investimento possono essere collegati al LIBOR, per cui i loro rendimenti possono diminuire al variare del LIBOR.

Come viene calcolato il LIBOR?

L’ICE Benchmark Administration (IBA) ha costituito un panel designato di banche globali per ogni valuta. Ad esempio, 16 grandi banche, tra cui:

  • Bank of America
  • Barclays
  • Citibank
  • Deutsche Bank
  • JPMorgan Chase
  • UBS

costituiscono il panel per il LIBOR in dollari USA.

Solo le banche che hanno un ruolo significativo nel mercato di Londra sono considerate idonee a far parte del panel ICE LIBOR e il processo di selezione si svolge annualmente.

Dall’aprile 2018 l’IBA ha presentato una nuova proposta per rafforzare la metodologia di calcolo del LIBOR. Ha suggerito l’utilizzo di un metodo standardizzato, basato su transazioni, basato su dati e stratificato, chiamato Waterfall Methodology per la determinazione del LIBOR.

Il primo livello basato sulle transazioni prevede l’adozione di un prezzo medio ponderato in base al volume (VWAP) di tutte le transazioni ammissibili che una banca del panel può aver assegnato una ponderazione più elevata per le transazioni prenotate più prossime alle 11:00, ora di Londra.

Il secondo livello basato sulle transazioni prevedeva l’acquisizione di dati derivati da transazioni da parte di una banca del panel se questa non disponeva di un numero sufficiente di transazioni idonee per effettuare una richiesta di livello 1.

Il terzo livello (esperto di giudizio) entra in gioco quando una banca del panel non effettua una presentazione di livello 1 o di livello 2. Essa presenta il tasso al quale potrebbe finanziarsi alle 11:00, ora di Londra, con riferimento al mercato del finanziamento all’ingrosso non garantito.

L’IBA calcola il tasso LIBOR utilizzando un approccio di media troncata applicato a tutte le risposte ricevute. La media troncata è un metodo di calcolo della media, che elimina una piccola percentuale specifica dei valori più grandi e più piccoli prima di calcolare la media. Per il LIBOR, i valori nel quartile più alto e in quello più basso vengono eliminati e la media viene eseguita sui numeri rimanenti.

Usi del LIBOR

LIBOR è utilizzato in tutto il mondo in un’ampia varietà di prodotti finanziari. Essi includono quanto segue:

  • Prodotti interbancari standard come i forward rate agreement (FRA), interest rate swaps, interest rate futures, opzioni e swaptions, in cui le opzioni forniscono agli acquirenti il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare un titolo o un prodotto di tasso d’interesse
  • Prodotti commerciali come certificati di deposito e notes a tasso variabile, mutui ipotecari a tasso variabile e prestiti sindacati, che sono prestiti offerti da un gruppo di finanziatori
  • Prodotti ibridi come i collateralized debt obligations (CDO), i collateralized mortgage obligations (CMO), e un’ampia varietà di note di rateizzazione, callable notes e perpetual notes
  • Prodotti legati al credito al consumo come mutui individuali e prestiti per studenti.

Il LIBOR viene utilizzato anche come indicatore standard delle aspettative del mercato per i tassi di interesse finalizzati dalle banche centrali. Esso rappresenta i premi di liquidità per vari strumenti negoziati sui mercati monetari, nonché un indicatore dello stato di salute del sistema bancario nel suo complesso. Molti prodotti derivati sono creati, lanciati e negoziati con riferimento al LIBOR, il quale viene utilizzato anche come tasso di riferimento per altri processi standard come la compensazione, il rilevamento dei prezzi e la valutazione dei prodotti.

La differenza tra Euribor e Libor

A questo punto dell’articolo dovrebbe già essere molto chiara qual è la differenza tra Euribor e Libor.

Cioè, le principali:

  • Euribor è solo europeo
  • Libor è mondiale
  • Euribor è legato al tasso applicato da 20 banche
  • Libor è legato al tasso di molte più banche
  • Euribor è solo il tasso in euro
  • Libor è in più valute, quindi viene pubblicato per valuta

Eliminazione graduale del LIBOR

Sebbene il LIBOR sia stato utilizzato fin dagli anni ’80, negli ultimi anni sono state avviate riforme normative per riformare i tassi di riferimento e, in ultima analisi, sostituire il LIBOR come tasso debitore interbancario. Si prevede che le autorità di regolamentazione del Regno Unito non richiederanno più alle banche di pubblicare i tassi LIBOR dopo il 2021.

Il nuovo sistema è stato concepito per sostituire le congetture sui tassi d’interesse predominanti nel LIBOR e per utilizzare invece i tassi di transazione effettivi.

L’alternativa a Euribor e Libor

Benché siano due tassi enormi e dagli ampi usi, Euribor e Libor non sono gli unici tassi esistenti nel mondo.

Equivalenti LIBOR

Sebbene il LIBOR sia accettato a livello globale, esistono altri tassi d’interesse regionali simili che vengono seguiti in tutto il mondo.

Ad esempio, l’Europa, come abbiamo visto, ha l’European Interbank Offered Rate (EURIBOR), il Giappone ha il Tokyo Interbank Offered Rate (TIBOR), la Cina ha lo Shanghai Interbank Offered Rate (SHIBOR) e l’India ha il Mumbai Interbank Offered Rate (MIBOR).

Cosa è il SOFR

Il tasso di finanziamento garantito overnight (SOFR) sostituirà probabilmente il LIBOR. Il SOFR è anche un tasso d’interesse di riferimento utilizzato per i prestiti denominati in dollari e i contratti derivati. Il SOFR è diverso dal LIBOR in quanto si basa su transazioni effettive osservate sul mercato del Tesoro statunitense, mentre il LIBOR utilizza stime dei tassi di finanziamento.

Tuttavia, è probabile che il SOFR venga utilizzato negli Stati Uniti, ma in altri paesi stanno valutando l’opportunità di utilizzare la propria versione di un tasso di riferimento per quando il LIBOR verrà gradualmente eliminato.

Cosa è l’EONIA

L’Eonia, o Euro Overnight Index Average, è anche un tasso di riferimento giornaliero che esprime la media ponderata dei prestiti interbancari overnight non garantiti nell’Unione Europea e nell’Associazione Europea di Libero Scambio (EFTA). Viene calcolato dalla Banca Centrale Europea (BCE) sulla base dei prestiti concessi da 28 banche del panel.

La differenza tra Euribor ed Eonia

L’Eonia è simile all’Euribor come tasso utilizzato nei prestiti interbancari europei. Entrambi i benchmark sono offerti dall’Istituto europeo dei mercati monetari (EMMI). La principale differenza tra l’Eonia e l’Euribor è la scadenza dei prestiti su cui si basano. L’Eonia è un tasso overnight, mentre l’Euribor è in realtà otto diversi tassi basati su prestiti con scadenze che variano da una settimana a 12 mesi.

Anche le banche del panel che contribuiscono ai tassi sono diverse: solo 20 banche contribuiscono all’Euribor, invece di 28. Infine, l’Euribor è calcolato dalla Global Rate Set Systems Ltd., non dalla BCE.