L’analisi tecnica è lo studio dei dati storici di mercato, compresi il prezzo e il volume. Utilizzando le intuizioni della psicologia di mercato, dell’economia comportamentale e dell’analisi quantitativa, gli analisti tecnici mirano a utilizzare le prestazioni passate per prevedere il comportamento futuro del mercato. Le due forme più comuni di analisi tecnica sono i modelli grafici e gli indicatori tecnici (statistici).

Cosa dice l’analisi tecnica?

Analisi tecnica è un termine generico per una varietà di strategie che dipendono dall’interpretazione dell’azione del prezzo in un titolo. La maggior parte dell’analisi tecnica si concentra sul determinare se una tendenza attuale continuerà o meno e, in caso contrario, quando si invertirà. Alcuni analisti tecnici valutano le linee di tendenza, altri usano formazioni a candela, altri ancora preferiscono bande e scatole create attraverso una visualizzazione matematica. La maggior parte degli analisti tecnici utilizza alcune combinazioni di strumenti per riconoscere potenziali punti di entrata e di uscita per gli scambi. Una formazione di grafico può indicare un punto di entrata per un venditore allo scoperto, ma il trader guarderà le medie mobili per periodi di tempo diversi per confermare la probabilità di una rottura.

Una breve storia di analisi tecnica

L’analisi tecnica delle azioni e delle tendenze è stata utilizzata per centinaia di anni. In Europa, Joseph de la Vega ha adottato le prime tecniche di analisi tecnica per prevedere i mercati olandesi nel XVII secolo. Nella sua forma moderna, tuttavia, l’analisi tecnica deve molto a Charles Dow, William P. Hamilton, Robert Rhea, Edson Gould e molti altri (tra cui un ballerino di sala da ballo di nome Nicolas Darvas). Queste persone rappresentavano una nuova prospettiva sul mercato, come una marea che si misura meglio in alti e bassi su un grafico piuttosto che dai dettagli della società sottostante (tecnica conosciuta come Analisi dei fondamentali). La raccolta dispersa di teorie dei primi analisti tecnici fu riunita e formalizzata nel 1948 con la pubblicazione dell’Analisi Tecnica delle Tendenze di Borsa di Robert D. Edwards e John Magee.

I modelli di candele risalgono ai mercanti giapponesi desiderosi di individuare modelli di trading per i loro raccolti di riso. Lo studio di questi antichi modelli è diventato popolare negli Stati Uniti nel 1990 con l’avvento del day trading su Internet. Gli investitori analizzarono i grafici azionari storici, desiderosi di scoprire nuovi modelli da utilizzare per consigliare le operazioni di trading. I modelli di inversione delle candele, in particolare, sono di fondamentale importanza per gli investitori per identificare tendenze e rotture, e ci sono diversi altri modelli di grafici a candela comunemente usati. Per esempio, il doji e il pattern di inversione a candele sono tutti utilizzati per prevedere un’imminente inversione ribassista.

Come utilizzare l’analisi tecnica

Il principio fondamentale alla base dell’analisi tecnica è che il prezzo di mercato riflette tutte le informazioni disponibili che potrebbero avere un impatto su un mercato. Di conseguenza, non c’è bisogno di guardare agli sviluppi economici, fondamentali o notizie, dal momento che sono già quotati in un dato titolo. Gli analisti tecnici credono generalmente che i prezzi si muovano in base alle tendenze e la storia tende a ripetersi quando si tratta della psicologia generale del mercato. I due principali tipi di analisi tecnica sono gli schemi grafici e gli indicatori tecnici (statistici).

I pattern dei grafici sono una forma soggettiva di analisi tecnica in cui i tecnici cercano di identificare le aree di supporto e di resistenza su un grafico esaminando specifici pattern. Questi modelli, sostenuti da fattori psicologici, sono progettati per prevedere dove i prezzi sono diretti, a seguito di un breakout o di una rottura da uno specifico punto e momento di prezzo. Ad esempio, un modello grafico a triangolo ascendente è un modello grafico rialzista che mostra un’area chiave di resistenza. Un breakout da questa resistenza potrebbe portare ad un significativo movimento ad alto volume più alto.

Gli indicatori tecnici sono una forma statistica di analisi tecnica in cui i tecnici applicano varie formule matematiche ai prezzi e ai volumi. Gli indicatori tecnici più comuni sono le medie mobili, che smussano i dati dei prezzi per aiutare a individuare più facilmente le tendenze. Gli indicatori tecnici più complessi comprendono la media mobile convergenza-divergenza (MACD), che esamina l’interazione tra diverse medie mobili. Molti sistemi di trading si basano su indicatori tecnici in quanto possono essere calcolati quantitativamente.

La differenza tra analisi tecnica e analisi fondamentale

L’analisi fondamentale e l’analisi tecnica sono le due grandi fazioni della finanza. Mentre gli analisti tecnici ritengono che l’approccio migliore sia quello di seguire la tendenza che si forma attraverso l’azione del mercato, gli analisti fondamentali ritengono che il mercato spesso trascuri il valore. Gli analisti fondamentali ignorano le tendenze dei grafici a favore di scavare attraverso il bilancio e il profilo di mercato di un’azienda alla ricerca di un valore intrinseco che attualmente non si riflette nel prezzo. Ci sono molti esempi di investitori di successo che utilizzano l’analisi fondamentale (come Warren Buffett per esempio) o tecnica per guidare il loro trading e anche quelli che incorporano elementi di entrambi. Nel complesso, tuttavia, l’analisi tecnica si presta ad un ritmo di investimento più veloce, mentre l’analisi fondamentale ha generalmente un tempo di decisione e un periodo di attesa più lungo in virtù del tempo che impiega a fare la due diligence.

Limiti dell’analisi tecnica

L’analisi tecnica ha la stessa limitazione di qualsiasi strategia basata su particolari trigger commerciali:

  • il grafico può essere male interpretato;
  • la formazione può essere basata su bassi volumi;
  • i periodi utilizzati per le medie mobili possono essere troppo lunghi o troppo corti per il tipo di trade che si sta cercando di fare.

Lasciando da parte questi aspetti, l’analisi tecnica dei titoli e delle tendenze ha un affascinante limite unico nel suo genere: man mano che le strategie, gli strumenti e le tecniche di analisi più tecniche vengono adottate, queste hanno un impatto materiale sull’azione dei prezzi.

Breakaway Bearish e Breakaway Bullish

In questo articolo continuiamo con la serie di interventi sulle candele giapponesi, andando ad analizzare la formazione e il significato delle candele Breakaway. Abbiamo ovviamente due differenti formazioni, in base al trend in cui si formano e alla forma che presentano, le due sono lo specchio una dell'altra. Breakaway Bearish Partiamo dalla candela negativa, cioè la Breakaway Bearish che in realtà si forma in presenza di una serie di candele disposte nei vari periodi. La forma che presenta è pressapoco…

Commenti disabilitati su Breakaway Bearish e Breakaway Bullish

Candele Giapponesi Marubozu

Con il nome Marubozu si considerano una serie di candele giapponesi, che hanno vari significati in base al trend e alla formazione degli stessi. In questo articolo andiamo ad analizzare tutte le varianti, spiegando come sono formate e come significano. Black Marubozu Partiamo dalla figura più classica, cioè la semplice Black Marubozu. Si tratta di una figura che si forma quando il massimo del giorno coincide con l'apertura e il minimo con la chiusura. Questa candela non ha né ombre…

Commenti disabilitati su Candele Giapponesi Marubozu

Black Spinning Top

Continuiamo con la serie sulle candele giapponesi, andando ad analizzare una figura che è molto presente nei grafici dell'analisi tecnica. Oggi analizziamo la Black Spinning Top, cioè un pattern che presenta un piccolo corpo e ombre più estese. Potreste trovarla così formata in un grafico: Black Spinning Top Nella fattispecie, in questo caso, la chiusura è più basso rispetto all'apertura. In presenza di questa figura bisogna andare a guardare in che fase del mercato siamo. Infatti, quando appare in un…

Commenti disabilitati su Black Spinning Top

Advance Block Bearish

L'Advance Block Bearish è un pattern molto simile al Three White Soldiers, sia come disegno che come significato. In una tendenza al ribasso, si presentano tre candele consecutivamente con chiusure superiori. Rispetto al "Three White Soldiers", tuttavia, in questo caso, ogni giorno successivo è più debole di quello che lo precede. Ciò suggerisce che il rally precedente sta perdendo forza si sta preparando per un'inversione. Si tratta quindi di un segnale molto meno forte del precedente. Il pattern si presenta…

Commenti disabilitati su Advance Block Bearish

Abandoned Baby Bearish

Chi ha dato i nomi alle candele giapponesi è evidentemente molto cinico, con nomi che tipicamente sono sinistri ma che rappresentano alla perfezione il pattern in sé. Uno di questi pattern è l'Abandoned Baby Bearish. Si identifica poiché il primo giorno è solitamente una lunga candela positiva. Il secondo giorno è un doji con gap nella direzione del trend precedente. Il terzo giorno è una candela ribassista, con gap nel senso opposto, senza sovrapposizione di ombre. Si presenta più o…

Commenti disabilitati su Abandoned Baby Bearish

Three White Soldiers Bullish

Certo, parlare di soldati bianchi in periodo di guerra non è certo il massimo, ma l'analisi tecnica ha un pattern dal nome che sembra quasi sinistro: Three White Soldiers Bullish. Si tratta di un segnale di inversione di tendenza e si identifica quando si verificano tre giorni bianchi lunghi, ciascuno con una chiusura più alta della precedente, ed ogni giorno si apre all'interno del corpo del giorno precedente, con chiusure vicino al massimo del giorno. Più o meno il pattern…

Commenti disabilitati su Three White Soldiers Bullish

Candela Doji, cos’è e come si sviluppa

Torniamo a parlare di analisi tecnica, andando a prendere in esame una tipologia di candela molto comune, cioè la Doji. Si tratta di un pattern del calcolo dell'analisi tecnica attraverso Japanese candlestick chart. Esistono 3 tipologie di Doji differenti: Doji classicaDoji Star BearishDoji Star Bullish Molto spesso indica l'interruzione di un trend specifico e l'inizio di un trend contrario a quello visto recentemente. Andiamo quindi ad analizzare le tre casistiche separatamente. Doji Iniziamo dalla classica candela Doji, la quale si…

Commenti disabilitati su Candela Doji, cos’è e come si sviluppa
Il volume segnala un breakout
Il breakout si verifica sempre con un aumento del volume

Breakout, cos’è ed esempio

Continuiamo con gli articoli di analisi tecnica e, dopo aver visto i pullback, andiamo ad analizzare i breakout. Cosa è un Breakout Un breakout è un movimento improvviso, sostenuto da un gran volume, che sposta il prezzo al di sopra di una resistenza o al di sotto di un supporto. Si tratta di un movimento che potrebbe potenzialmente indicare che il prezzo ha intrapreso un trend ben specifico. Per esempio, se un movimento improvviso, sostenuto dal volume, rompesse una resistenza…

Commenti disabilitati su Breakout, cos’è ed esempio
Volume di scambi
Volume di scambi

Volume nel trading, un indicatore della quantità di denaro

Molto spesso si sente parlare di volume all'interno di notiziari o di analisi tecniche, un'indicatore molto importante che permette di comprendere quanta liquidità ha un titolo e in quale fase di mercato ci si trova. Il volume è la quantità di un bene o di un titolo che cambia di mano in un certo periodo di tempo, spesso nel corso di una giornata. Per esempio, il volume di trading delle azioni si riferisce al numero di azioni di un titolo…

Commenti disabilitati su Volume nel trading, un indicatore della quantità di denaro
Esempi di pullback nel trading
Come tracciare e come analizzare un pullback nel trading

Pullback nel trading

Continuiamo con la nostra serie di articoli sui concetti chiave per l'analisi tecnica. Dopo aver visto i supporti, le resistenze e i trend con trendline, ora è arrivato il momento di iniziare ad analizzare i pullback. Cosa sono i pullback nel trading? Parliamo di pullback quando abbiamo un calo moderato in un un trend che è rialzista. I trend rialzisti, per poter continuare, devono di tanto in tanto "rifiatare" e queste depressioni si definiscono pullback. Diciamo che un pullback è…

Commenti disabilitati su Pullback nel trading
Short Squeeze
Short Squeeze

Cosa è uno Short Squeeze

In breve, uno short squeeze si ha quando una crescita repentina e improvvisa di un titolo (un'azione, una materia prima, un'obbligazione) costringe i trader con posizioni short selling a coprirsi velocemente per evitare di rimanere fuori con perdite importanti. L'acquisto di azioni da parte di entità che si trovavano in short, quindi l'operazione per coprirsi, aumenta il numero di acquirenti spingendo sempre più su il prezzo del bene stesso. Chi si posiziona in short e perché? I titoli azionari (ma…

Commenti disabilitati su Cosa è uno Short Squeeze
Studio delle resistenze
Studio delle resistenze nel trading

Cos’è una resistenza nel trading

Non si può sempre salire, prima o poi si toccherà il massimo e si scenderà, si tratta di una regola non scritta ma che vale sempre, in qualsiasi ambito della vita. Ciò è particolarmente vero anche nel trading, dove spesso la psicologia fa deragliare il trader, ma è bene tenere a mente che un'azione (o un titolo in generale) non potrà salire all'infinito, prima o poi troverà qualcosa a bloccarlo. Quel qualcosa è proprio la resistenza, o livello di resistenza,…

Commenti disabilitati su Cos’è una resistenza nel trading
Supporto in analisi tecnica
Supporto in analisi tecnica

Cosa è un Supporto nell’Analisi Tecnica

Il supporto, o livello di supporto, è un prezzo sul quale un titolo si poggia senza scendere ulteriormente per un periodo di tempo. La creazione del supporto avviene poiché, in prossimità di esso, vengono inseriti numerosi ordini di acquisto e, quando il titolo si avvicina a quel prezzo, gli ordini lo riportano più in alto, facendo sì che la barriera posta a quel dato prezzo non venga violata. I supporti sono di vario tipo, ma al di là di come…

Commenti disabilitati su Cosa è un Supporto nell’Analisi Tecnica
Trend e Trendline in analisi tecnica
Trend e Trendline in analisi tecnica

Trading Trend e Trendline

Un trend è una direzione imboccata dal prezzo di un bene o di un titolo. Nel trading, e in modo particolare nell'analisi tecnica, un trend è costituito da una trendline formata dai picchi dell'andamento del titolo stesso. Quando i picchi sono sempre più alti si ha una trendline in salita e quindi un trend rialzista; quando i picchi sono negativi, sempre minori rispetto ai precedenti, si ha una trendline in discesa e quindi un trend discendente o ribassista. Ci sono…

Commenti disabilitati su Trading Trend e Trendline
Supporti e resistenze creano delle reti sui nostri grafici
Supporti e resistenze creano delle reti sui nostri grafici

Supporti e Resistenze, cosa sono e come calcolarli

Tra i concetti più discussi e più utilizzati nell'analisi tecnica trovano posto certamente i Supporti e le Resistenze. La definizione più veloce è quella che vuole supporti e resistenze come delle barriere che agiscono sul prezzo facendo sì che il trend rimanga incanalato in un binario, impedendo quindi che il prezzo venga spinto in una sola specifica direzione. Questa definizione può sembrare facile, ma come avremo modo di vedere, ciò che si nasconde dietro questi termini può avere varie forme…

Commenti disabilitati su Supporti e Resistenze, cosa sono e come calcolarli
Charles Dow (teoria di Dow)
La teoria di Charles Dow

Dow Theory (Teoria di Dow)

La teoria di Dow sostiene che il mercato si trova in tendenza al rialzo qualora una delle sue medie, industriale o dei trasporti, va oltre un importante precedente ed è accompagnata dall'altra media. Calando in un esempio pratico, se la media dei trasporti (Dow Jones Trasporti - DJTA) sale a un massimo, la media alternativa, cioè quella industriale (Dow Jones Industrial Average - DJIA) dovrebbe seguire a breve periodo. Comprendere la teoria del Dow Jones La teoria di Dow è…

Commenti disabilitati su Dow Theory (Teoria di Dow)
Libri sull'Analisi Tecnica
Libri sull'Analisi Tecnica

7 libri sull’analisi tecnica da leggere assolutamente

Ci sono libri che sono diventati pietre miliari dell'Analisi Tecnica, mentre ce ne sono altri che sono oramai tramontati. L'editoria ogni anno cerca di rinfrescare le informazioni, ma le basi dell'AT evolvono più lentamente di quanto l'editoria vorrebbe. In questo articolo proviamo a vedere 7 libri (alcuni solo in inglese altri in italiano) che dovrebbero essere ben conosciuti da tutti coloro i quali vogliono intraprendere l'analisi tecnica. Analisi tecnica dei mercati finanziari Martin J. Pring Compra su Amazon Da molti…

Commenti disabilitati su 7 libri sull’analisi tecnica da leggere assolutamente
Analisi tecnica autoavverante
Analisi tecnica autoavverante

L’analisi tecnica è una profezia che si autoavvera?

Questo è stato un argomento molto controverso sin dall'invenzione dell'analisi tecnica, e rimane un dibattito molto acceso. Periodicamente è un discorso che torna a galla, con gli analisti fondamentali che ripetono allo sfinimento che l'analisi tecnica funziona solo perché gli analisti fanno sì che ciò avvenga. Una profezia che si autoavvera è un evento che è causato solo dalla precedente previsione o aspettativa che vada in quel modo. Da un lato, gli strumenti utilizzati nell'analisi tecnica (come il supporto e…

Commenti disabilitati su L’analisi tecnica è una profezia che si autoavvera?
Analisi dei dati
Analisi dei dati

Miti da sfatare sull’Analisi Tecnica

Alcuni trader e investitori segnalano come l'analisi tecnica sia uno studio superficiale di grafici e modelli senza risultati concreti, conclusivi o redditizi. Altri ritengono che si tratti di una sorta di Santo Graal che, una volta padroneggiato, scatenerà profitti considerevoli. Questi punti di vista opposti hanno portato a concezioni errate sull'analisi tecnica e sul suo utilizzo. Alcune idee sbagliate sull'analisi tecnica si basano sull'istruzione e sulla formazione: ad esempio, un trader addestrato ad usare solo i fondamentali potrebbe non fidarsi…

Commenti disabilitati su Miti da sfatare sull’Analisi Tecnica
Imparare a fare analisi tecnica
Imparare a fare analisi tecnica

Come imparare a fare Analisi Tecnica

Oltre agli schemi grafici e agli indicatori, l'analisi tecnica comporta lo studio di argomenti di ampio respiro, come l'economia comportamentale e la gestione del rischio. L'obiettivo alla base dell'analisi tecnica è di solito quello di identificare le opportunità di trading e di capitalizzarle utilizzando un approccio disciplinato e basato su regole che massimizzi i rendimenti a lungo termine corretti per il rischio. In questo articolo, esamineremo alcuni dei modi migliori per i principianti di imparare l'analisi tecnica senza dover rischiare…

Commenti disabilitati su Come imparare a fare Analisi Tecnica
Analisi Tecnica e dei Fondamentali
Analisi Tecnica e dei Fondamentali

Differenze tra Analisi Tecnica e Analisi dei Fondamentale

Quando si approccia il trading e gli investimenti, soprattutto se si è un po' "verdi", ci si può ritrovare disorientati tra Analisi Tecnica e Analisi dei Fondamentali. Si tratta di una confusione chiara e di uno dei primi punti da smarcare per diventare un trader che aspira a investire come Warren Buffet (o quantomeno avere il suo successo). Proprio per dissipare questi primi dubbi abbiamo scritto questa breve guida che è una panoramica di ciò che le due analisi rappresentano.…

Commenti disabilitati su Differenze tra Analisi Tecnica e Analisi dei Fondamentale
Il capo della BCE e della Fed - Draghi e Yellen
La Yellen e Draghi, rispettivamente capo di Fed e BCE

Cambio EUR/USD alla parità?

Negli ultimi 10 giorni sono arrivati importanti spunti per quanto riguarda il cambio Euro Dollaro; prima Mario Draghi, capo della BCE, poi Janet Yellen, capo della FED americana, hanno dato segnali che confermano la politica delle banche da loro guidate. Nel dettaglio, Draghi nella conferenza del 21 gennaio ha assicurato che la Banca Centrale Europea a marzo interverrà con politiche espansive per l'euro. Aumentano quindi le pressioni verso il basso per la moneta unica. Il 27 gennaio, invece, la Yellen è stata colomba ma…

Commenti disabilitati su Cambio EUR/USD alla parità?

Pare tu sia arrivato in fondo...

Non ci sono più pagine da caricare